Juventus
    Juventus
      19.10.2017 12:41 - in: Champions League S

      Juve-Sporting, Game Review

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Nell'analisi del match di ieri sera, il gol di Mandzukic e le prove di Chiellini e Cuadrado

      Vittoria sofferta ma entusiasmante, quella contro lo Sporting Clube de Portugal. Partita decisa una prodezza di Mandzukic a pochi minuti dal termine di una gara equilibrata e molto combattuta. Il gol del croato e le prove di Chiellini e Cuadrado sono al centro del nostro approfondimento tattico.

      MARIO - IL GOL

      La splendida conclusione di testa di Mario Mandzukic, servito da un preciso cross di Douglas Costa è il risultato di un cambio che il mister Allegri ha operato a sette minuti dal termine. Bisognava dare un ulteriore spinta offensiva per avere la meglio di un avversario la cui fase difensiva aveva mostrato pochi punti deboli in tutta la gara. Esce Stefano Sturaro e Jaun Cuadrado si abbassa sulla linea di difesa senza rinunciare a dare su quella fascia una spinta importante. Sulla sinistra si posiziona Douglas Costa (a differenza di quanto fatto contro la Lazio, quando fu largo a destra) e Mario Manduzkic si sposta così sull'altro fronte. Passano pochi secondi da questi riposizionamenti in campo e la Juventus fa subito centro. Il brasiliano largo a sinistra riceve palla e punta Bruno Fernandes sceso, al pari di altri cinque giocatori, sulla linea difensiva dello Sporting. Il suo cross sul secondo palo è perfetto con palla che scende dopo avere superato i due centrali di difesa bravissimi nel gioco aereo. Mandzukic di forza esperienza e classe arriva prima sul pallone vincendo il corpo a corpo con Jonathan Silva entrato da poco in campo. È il gol partita.

      CHIELLINI, CHE LAVORO!

      Ottima la prova di Giorgio Chiellini: il difensore è il giocatore che ha fatto più passaggi positivi e creato (assieme a Paulo Dybala) più occasioni da rete, ben tre, andando al cross e aiutando quindi i compagni in fase di costruzione.  Ma ovviamente Giorgio è sempre fondamentale per le sue chiusure tempestive e le sue ottime diagonali difensive. Si è disimpegnato su tutto il fronte di difesa andando a chiudere gli spazi che inevitabilmente si aprivano ogni volta che la Juventus cercava di alzare la pressione in avanti concedendo alcune ripartenze ai veloci attaccanti portoghesi. 

      JUAN, QUANTITA' E QUALITA'

      Di quantità e qualità anche la prova di Juan Cuadrado. Il colombiano spicca, nei dati della gara, per il suo apporto in fase di non possesso essendo il giocatore che ha vinto più contrasti e ha recuperato più palloni (facendo anche più falli) tanto che ha finito la gara come esterno basso, ma è stato anche una costante spina nel fianco della difesa dello Sporting. In molte occasioni, imbeccato dal prezioso lavoro di sponda fatto da Higuain o Dybala, Cuadrado è stato innescato sulla sua fascia di competenza servendo palloni pericolosi all'interno dell'area di rigore avversaria o cercando di superare l'avversario costretto spesso a ricorerre al fallo per fermarlo (cinque, più di tutti, i falli subiti dal colombiano)

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK