Juventus
    Juventus
      29.05.2017 13:20 - in: Champions League S

      La stagione del Real Madrid

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il 2016/17 dei Blancos

      Campione di Spagna, finalista di Champions League, quarti di Finale di Copa del Rey. Questa in sintesi la stagione del Real, di seguito analizzata nel dettaglio.

      LA LIGA

      Vincendo qualche settimana fa alla “Rosaleda” di Malaga, il Real si è laureato per la 33’ volta Campione di Spagna, al termine di un lunghissimo duello con il Barcellona. Un successo che nella Capitale sponda Real mancava dal 2012, e quindi lungamente atteso. La Liga è stata lunga e avvincente, e il Real ha raggiunto quota 93 punti, frutto di 29 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte, fra le quali quella interna contro il Barcellona nel “Clasico” di ritorno al Bernabeu, vinto dai catalani per 3-2.

      A proposito di Clasico: la sfida regina della Liga come sempre ha catalizzato l’attenzione di tutti, nei due atti di andata e ritorno. A dicembre prima partita al Camp Nou, Barça in vantaggio al 52’ con Suarez, più volte vicino al pareggio e raggiunto all’89’ da Sergio Ramos.

      Si diceva del ritorno a Madrid: il Barcellona reagisce all’eliminazione in Champions contro la Juve, e reagisce anche allo svantaggio (Casemiro, minuto 28). Messi pareggia al 33’, i blaugrana passano con Rakitic al 73’. Quando all’85’ JamesRodriguez sembra aver impattato El Clasico, ci pensa ancora Messi a riaprire momentaneamente la Liga segnando al 92’ il gol partita.

      Liga riaperta, ma appunto, momentaneamente. Il Real capitalizza il vantaggio minimo e porta a casa il titolo, con l’impressionante bottino di 106 reti segnate (41 subite), con Cristiano Ronaldo capocannoniere di squadra (terzo nella classifica dei “Pichichi”, dietro Messi e Suarez), forte di 25 gol.

      LA COPA DEL REY

      Il Real entra nella competizione rifilando, ai sedicesimi di finale, 13 gol al mal capitato Leonesa, compagine che milita in Segunda División B. Sette a uno all’andata (doppiette di Morata e Asensio, un’autorete, gol di Nacho e Diaz), sei a uno al ritorno (tre gol di Diaz, James, Enzo, ancora autogol).

      Agli ottavi doppia sfida più complicata, con il Siviglia. O meglio, apparentemente più complicata: all’andata i Blancos vincono 3-0 in casa (Rodriguez due volte e Varane), al ritorno è e 3-3 in Andalusia con il Real che si torva sotto per 3-1 (Autogol Danilo, Asensio, Jovetic e Iborra) ma risponde prima con Sergio Ramos e con Benzema.

      Il cammino dei Blancos si ferma ai quarti, contro il Celta Vigo: all’andata il Celta passa al Bernabeu per 2-1 (Aspas e Jonny, momentaneo pari di Marcelo). 2-2 al ritorno in Galizia, dove le reti di Ronaldo e Lucas non sono sufficienti per strappare il pass per le semifinali.

      LA CHAMPIONS LEAGUE

       

      Seppure imbattuto, il Real Madrid non arriva, abbastanza a sorpresa, al primo posto nel suo girone, che viene chiuso con il Borussia Dortmund in vetta con 14 punti, Merengues staccate di due lunghezze.

      Questo il dettaglio della classifica del Gruppo F

      Agli ottavi, il Real elimina il Napoli con un doppio 3-1, due partite nelle quali i Blancos passano in svantaggio: all’andata apre le marcature Insigne, rispondono BenzemaKroos e Casemiro), al San Paolo al ritorno la squadra di Sarri segna con Mertens ma il sogno qualificazione svanisce con la rete di Ramos al 51’, bissata da un autogol di Mertens e dal sigillo finale di Morata.

      Quarti di finale: sfida stellare con il Bayern Monaco. All’Allianz Arena i madrileni vincono 2-1: segna Vidal che sbaglia il rigore del 2-0 e si rivelerà un errore fatale, perché nella ripresa una doppietta di Ronaldo fissa lo score. Stesso punteggio, ma per il Bayern, al ritorno al Bernabeu: vantaggio di Lewandowski, pareggio di CR7, autorete di Ramos e si va ai supplementari.

      Succede tutto in extra time: colpisce altre due volte CR7 (minuti 105 e 110) chiude la partita Asensio al 112’.

      Si arriva alla semifinale, ed è derby di Madrid. Il Real trionfa in casa all’andata con tre perle ancora di Cristiano Ronaldo, al ritorno va sotto due a zero, con due gol in 4 giri di lancette, di NIguez e Griezmann al 12’ e al 16’. A fine primo tempo, al 42’, è Isco a siglare la rete che per i Blancos significa approdo alla Finale di Cardiff.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK