Juventus
    11.02.2017 15:40 - in: Settore Giovanile S

    Primavera: passa il Sassuolo

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Dopo otto successi consecutivi in campionato, i Bianconeri di Grosso superati per 4-2

    Dopo otto vittorie consecutive in campionato per la Juventus Primavera, è il Sassuolo ad imporsi per 4-2 allo Stadio “Ferrarini” di Castellarano nel match della 17ª giornata del Girone B.

    Partono forte i ragazzi di Fabio Grosso, che conquistano un calcio d'angolo dopo sette minuti di gioco con una bella percussione di Kean sulla sinistra deviata dal portiere neroverde Vitali. Sugli sviluppi del corner, è Leris a colpire di testa, spedendo il pallone di poco alto sopra la traversa. Poco dopo, al 12', all'esito di una splendida combinazione tra Kean e Kanoute, riceve palla di tacco Clemenza che calcia, ma la sua conclusione è murata dalla difesa; mentre al 14' ancora Kean è anticipato di testa, su un cross dalla sinistra di Mandragora.

    La Juve attacca e il Sassuolo colpisce in contropiede: è il 16' quando Zecca viene servito da un lancio lungo e riesce a battere Del Favero da distanza ravvicinata. Al 24' i padroni di casa raddoppiano con Pierini, che insacca col piatto destro, anche in questo caso all'esito di una ripartenza. La risposta bianconera è con Kanoute, che va via sulla sinistra, serve in mezzo Leris che stacca di testa, ma commette fallo in attacco sul proprio marcatore. Ancora una volta in contropiede è il Sassuolo a colpire, realizzando la rete del provvisorio 3-0 al 31', con un destro di collo pieno dal centro dell'area ad opera di Franchini. Nel finale della prima frazione, la Juve ci prova prima con Kanoute (conclusione dal limite murata dalla difesa), poi con Kean (destro su calcio di punizione che termina a lato), ma si va al riposo con tre reti di vantaggio per i neroverdi.

    Nella ripresa, è un'altra Juve, coi Bianconeri compatti e determinati alla ricerca del pareggio. Esce Mandragora, tornato in campo dopo un lungo infortunio e “prestato” dalla Prima squadra, con Grosso che dà spazio al centrocampista classe 2000 Caligara. La prima occasione capita sui piedi di Kanoute, che riceve dalla sinistra da Mattiello e calcia, trovando la risposta dei difensori neroverdi ben schierati; replica il Sassuolo in contropiede con Zecca, ma Del Favero è attento a dire di no in uscita bassa sull'attaccante. La Primavera bianconera cresce e al 57' è fermata dalla sfortuna, con Clemenza che fa tutto bene, si libera dei marcatori, calcia col mancino a giro, batte il portiere e vede il pallone infrangersi sul palo.

    E' il preludio del gol, perché un minuto dopo è Kean a capitalizzare una bella azione personale calciando un gran destro che la difesa del Sassuolo riesce soltanto a deviare, prima che si insacchi sotto la traversa per la rete del provvisorio 3-1. Due minuti dopo è ancora Clemenza a sfiorare il gol, con una bella punizione dalla sinistra trattenuta in due tempi dal portiere mentre al 65' Caligara taglia bene e su un filtrante si fa trovare davanti a tutti, salta l'estremo difensore ma si allunga troppo il pallone, senza riuscire a evitare la rimessa dal fondo.

    E' un assedio bianconero, con Kanoute che calcia a lato al 68' e un sinistro di prima intenzione di Kean su assist dello stesso Kanoute che termina alto davvero di poco sopra la traversa. La pressione della Juventus è premiata all'82', con una bella incursione di Mattiello sulla sinistra e il diagonale del laterale classe '95, anch'egli “in prestito” dalla Prima squadra per accumulare minutaggio, che si insacca sul secondo palo portando il risultato sul 3-2.

    I ragazzi di Grosso ci credono è l'occasione migliore arriva appena due minuti dopo: cross dalla sinistra di Leris, Clemenza è prontissimo sul secondo palo ma la sua conclusione morbida termina alta di un soffio. In un momento di grande spinta bianconera, il Sassuolo colpisce ancora una volta in contropiede: è il 90' quando Zecca riceve un pallone lungo, controlla, si porta a tu per tu con Del Favero e insacca di destro il gol che fisserà il risultato sul definitivo 4-2, score che non cambierà neppure nei minuti di recupero, dopo un colpo di testa di Kanoute intercettato dalla difesa e un'incursione di Kean, fermato in scivolata dal neroverde Ravanelli proprio sul gong.

    Uno stop che arriva dopo otto vittorie consecutive in campionato e non pregiudica affatto il grande cammino della nostra Primavera, pronta a ripartire nell'ottica di migliorarsi continuamente, come sottolineato da mister Grosso a fine gara: «La partita ha preso il segno sbagliato per noi nel primo tempo, facilitando i loro compiti e esaltando le loro caratteristiche. Oggi affrontavamo squadra di livello, cui faccio i complimenti, ma nel primo tempo – a tratti – non siamo stati quelli che sappiamo essere».

    Meglio nella ripresa, con due gol e una reazione importante: «Nel secondo tempo siamo riusciti a fare maggiormente ciò che sappiamo fare, peccato per il risultato ma è stata un vittoria meritata da parte dei nostri avversari. Abbiamo preso dei gol evitabili, ma questo fa parte dell'esperienza che ci servirà per fare meglio in futuro. Ripartiamo cercando di provare a migliorare sempre: guardando il primo tempo abbiamo tantissimo da imparare; guardando il secondo invece abbiamo degli spunti importanti da cui ripartire».

    Campionato Nazionale Primavera Tim – 4° Giornata Girone di Ritorno 

    Campo Sportivo Ferrarini di Castellarano (Re).

    SASSUOLO - JUVENTUS 4-2

    Marcatori: 16’ pt. Zecca (S), 24’ pt. Pierini (S), 31’ pt. Franchini (S), 13’ st. Kean (J), 36’ st. Mattiello (J), 45’ st. Zecca (S).

    Sassuolo: Vitali, Adjapong, Masetti, Abelli, Ferrini, Ravanelli (Cap.), Pierini (34’ st. Cipolla), Marin (24’ st. Palma), Scamacca (24’ st. Sarzi Maddidini), Franchini, Zecca.

    A disposizione: Costa, Saccani, Gambardella, Rossini, Tinterri, Bellei, Piscicelli, Caputo, Scavo.

    Allenatore: Paolo Mandelli. 

    Juventus: Del Favero, Semprini (42’ st. Matheus Pereira), Andersson (34’ st. Zeqiri), Muratore, Mandragora (1’ st. Caligara), Vogliacco, Leris, Kanoute, Kean, Clemenza, Mattiello.

    A disposizione: Loria, Marricchi, Tripaldelli, Ndiaye, Coccolo, Toure, Bove, Galtarossa, Merio.

    Allenatore: Fabio Grosso.

    Ammoniti: 29’ pt. Mandragora (J), 16’ st. Caligara (J), 10’ pt. Marin (S), 43’ st. Vitali (S), 45’ st. Zecca (S).

    Prossima gara:

    Juventus – Avellino

    Campionato – 5° Giornata Girone di Ritorno

    Sabato 18 febbraio

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK