Juventus
    01.11.2017 09:00 - in: Champions League S

    Sporting CP-Juventus: Talking Points

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Le chiavi di lettura del match pareggiato per 1-1 dai bianconeri a Lisbona

    La Juventus torna dal “José Alvalade” con un punto che avvicina la squadra di Allegri alla qualificazione agli Ottavi di Champions League, ma ancora non chiude matematicamente ogni discorso. Andiamo ad analizzare, aiutandoci con quattro chiavi di lettura, la sfida giocata ieri sera in Portogallo.

    1. FORTISSIMAMENTE PIPITA

    Dopo la doppietta segnata al Milan in campionato sabato scorso, è ancora Gonzalo Higuain a gonfiare la rete per i bianconeri. Il Pipita gioca una partita generosa, chiamando prima Rui Patricio al miracolo con un colpo di testa da due passi, poi trafiggendolo con un elegante scavetto capitalizzando un filtrante di Cuadrado.

    Una curiosità: tutte le ultime tre reti realizzate in trasferta dalla Juventus in Champions League (nella semifinale di andata della passata edizione al “Louis II” contro il Monaco e ieri sera a Lisbona) portano la firma proprio dell'argentino, che torna ad essere il giocatore bianconero che ha realizzato il maggior numero di gol in carriera nella massima competizione europea (19).

    2. MARIO IL “CENTENARIO”

    31 passaggi riusciti, due sponde, due cross e tre palle recuperate: questi alcuni dei numeri della partita di Mario Mandzukic a Lisbona. Il più interessante, però, è il 100: la “cifra tonda” di presenze raggiunta dall'attaccante croato in maglia bianconera, tra tutte le competizioni. Un apporto di qualità e quantità, fin dall'esordio avvenuto in occasione della Supercoppa Italiana ad agosto 2015.

    3. RIPRESA ALL'ATTACCO

    Se nel primo tempo i bianconeri, colpiti al 20 dal vantaggio portoghese firmato Bruno César, non sono riusciti a rendersi pericolosi (due sole conclusioni nei primi 45 minuti, di cui nessuna nello specchio), nella ripresa è suonata tutta un'altra musica. Sono bastati sette minuti, infatti, per tirare quattro volte in porta e le conclusioni totali nella seconda frazione di gioco, tra le quali quella vincente del Pipita, sono state 14.

    La Juve non tirava così tanto in porta in un solo tempo in Champions League da ottobre 2013 contro il Galatasaray (allora le conclusioni furono addirittura 16).

    4. UN PUNTO VERSO LA QUALIFICAZIONE

    E' un punto importante, quello conquistato in Portogallo: non basta alla Juventus a chiudere matematicamente il discorso qualificazione agli Ottavi, ma avvicina comunque i ragazzi di Allegri al traguardo, portandoli a sette punti nel Gruppo D, sempre a +3 rispetto allo Sporting CP. Complice il pareggio del Barcellona in casa dell'Olympiacos (0-0 al Pireo), la Juve mantiene inalterato anche il distacco dai blaugrana capolista (ora a quota 10) e tutti gli scenari sono ancora possibili. Qualificazione e primo posto del girone, insomma, saranno in palio nelle prossime sfide all'Allianz Stadium contro i catalani e in casa dei greci nell'ultima giornata.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK