Juventus
    05.10.2018 11:30 - in: Serie A S

    #STARTINGXI: Udinese-Juve

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La sfida di sabato, in 11 nomi

    Udinese-Juventus vista attraverso 11 ex. Messi in campo con un 3-4-3 dove abbondano gli esterni di qualità...

    Dino Zoff

    La carriera del portiere campione del mondo 1982 nasce nell'Udinese. Da numero 1 dei friulani affronta la Juventus solo una volta, al Comunale. Da juventino gioca a Udine 4 partite, vincendone 3 e pareggiando l'ultima 0-0.

    Sergio Manente

    Nato a Udine e cresciuto nei bianconeri del Friuli, Manente colleziona 231 presenze e 15 gol con la Juve militandovi dal 1948 al 1955. A fine carriera torna nel club che lo ha lanciato nel grande calcio. Ne diventerà anche l'allenatore, in due diverse fasi.

    Medhi Benatia

    L'Udinese è la sua prima squadra italiana. Quando affronta la Juve non ha mezzi termini ed è singolare che vinca all'Olimpico di Torino 2-1 e perda al Friuli 4-1.

    Kwadwo Asamoah

    Nell'Udinese si segnala come un giocatore promettente. La Juve lo porta a Torino nel 2012 insieme al compagno di squadra Mauricio Isla. Con la Signora il ghanese si presenta segnando al suo esordio in Supercoppa, per poi vincere 6 scudetti e 4 Coppe Italia.

    Juan Cuadrado

    Tradizionale laboratorio attento ai giocatori di ogni parte del mondo, l'Udinese scopre Cuadrado in Colombia e lo porta in Italia nel 2009. Juan arriva in Serie A all'età di 21 anni. La Juve se ne assicurerà le prestazioni a partire del 2015, dopo esperienze nel Lecce, nella Fiorentina e nel Chelsea. 

    Franco Causio

    Con la Juventus cresce di stagione in stagione fino a diventare una delle ali più dotate di classe del panorama internazionale. Ma nel 1982, quando con gli azzurri di Bearzot vince il Mondiale, il Barone è al suo primo anno con l'Udinese, club con il quale tocca 101 presenze in 3 stagioni.

    Massimo Mauro

    Nel 1985 la Juve lo acquista dall'Udinese, dove si è segnalato con tre annate di buon livello. A Torino ha modo di vincere l'ultimo scudetto dell'era Trapattoni e di laurearsi campione del mondo a Tokyo.

    Luigi De Agostini

    Nasce a Udine il 7 aprile 1961 e cresce nel vivaio della squadra della sua città. Arriva a esordire in Serie A a soli 18 anni. Poi, dopo esperienze nel Trento, nel Catanzaro, nuovamente nell'Udinese e nel Verona, arriva alla Juventus nel 1987 ed è a Torino che vive la sezione più importante della sua carriera.

    Vincenzo Iaquinta

    Fa il percorso inverso di Franco Causio passando dall'Udinese alla Juventus e come lui è campione del Mondo (nel 2006). Da ex segna in ben 3 circostanze al Friuli: la rete più importante è quella nel 2007-08 perché consente alla squadra diretta da Claudio Ranieri di conquistare l'intera posta.

    Fabio Quagliarella

    All'Udinese dal 2007 al 2009, alla Juve dal 2010 al 2014. Quagliarella è l'uomo dei gol impossibili e nella sua prima apparizione da avversario al Friuli lo conferma,  mettendo il pallone alle spalle di Handanovic con uno splendido colpo di tacco, nonostante la rigida marcatura di Zapata.

    Pietro Paolo Virdis

    2 maggio 1982: in Udinese-Juventus 1-5 segna l'ultima sua rete da bianconero di Torino prima di accasarsi proprio nella squadra che ha colpito. La Juve decide di puntare su Paolo Rossi, che in quella gara fa il suo debutto in campionato con la Signora, segnando una rete che determinerà la convocazione azzurra e il conseguente trionfo Mondiale.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK