Juventus
    Juventus
      07.04.2018 13:48 - in: Champions League S

      Alla scoperta del Bernabeu

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Un ingresso "virtuale" nel teatro della sfida di mercoledì sera

      Il "Colosseo Bianco"

      Lo stadio Santiago Bernabéu, dalla sua inaugurazione nel 1947 (con una partita tra Real Madrid e la squadra portoghese di Os Belenenses, terminato con un risultato 3-1 a favore dei Blancos), ha ospitato decine di partite leggendarie, tra cui la finale dei Mondiali del 1982, o quella degli Europei 1964. Il Bernabéu è stato anche la sede della finale di Champions League, una volta Coppa dei Campioni, in quattro occasioni, l’ultima nel 2010.

      L'ultimo grande ammodernamento dell’impianto (ce ne sono stati cinque in totale) è iniziato nella stagione 1999/2000. Il club, tra gli altri cambiamenti, ha modificato i tabelloni luminosi, l’impianto audio e gli spogliatoi, nonché la facciata e il tetto. In questa occasione, lo stadio del Real Madrid è diventato anche il miglior impianto riscaldato al mondo grazie all'installazione di 1.300 dispositivi. Nel 2007, la UEFA ha incluso il Bernabéu nella categoria degli Stadi d'Elite.

      Le opere hanno avuto un impatto anche sulla capienza, che attualmente è di 81.044 spettatori (la seconda in Spagna, dietro al Camp Nou). Sono quasi 6.000 posti in più rispetto ai 75.145 che aveva il Bernabéu, un tempo chiamato Nuevo Estadio Chamartín (il nome attuale fu adottato il 4 gennaio 1955 in onore di uno dei presidenti di più amati della storia del club).

      Il Real al Bernabéu

      I blancos sono, insieme al Barcellona e all’Athletic Bilbao, le uniche squadre spagnole che non sono mai scese in Seconda Divisione. Pertanto, il Santiago Bernabéu, nei suoi 70 anni di vita, ha sempre visto la sua squadra nella più alta categoria del calcio spagnolo.

      Il 12 febbraio 2012 Cristiano Ronaldo ha segnato il gol numero 4000 del Real in casa in tutte le competizioni (curiosità: il numero 4001 porta la firma di un altro giocatore che è ancora nelle fila di Madrid, Karim Benzema). Il portoghese è anche il capocannoniere nella storia del club con 446 gol.

      Le partite della Juventus

      La Juventus ha visitato lo stadio di Madrid otto volte, e in tutti i casi si è trattato di partite dall’andamento molto serrato: nessuna squadra è stata in grado di segnare più di due gol e la differenza in caso di vittoria è sempre stata di misura. Il primo duello ebbe luogo nel 1962 e si concluse con la vittoria bianconera per 0-1, gol di Sivori. Nel 1986, 1996, 2003 e 2005 ci sono state quattro sconfitte consecutive della Signora in terra spagnola (tutte per 1-0 tranne nel 2003, con un 2-1 finale e rete di Trezeguet).

      La vittoria bianconera del 2008 per 1-2 (gol di Van Nistelrooy per il Madrid, Amauri e Del Piero per la Juve), rimane indelebile nella memoria di tutti per la standing ovation che "Pinturicchio" ha ricevuto dopo una superba prova personale. Nel 2013 vince invece il Real, con doppietta Ronaldo, Llorente per la Juve, mentre  l'ultimo match è un ricordo dolcissimo per i bianconeri: un pareggio con gol di Morata e biglietto per la finale di Champions League di Berlino.

      Alcuni numeri

      • Apertura: 1947
      • Prima partita: Amichevole Real Madrid - Os Belenenses
      • Capacità: 81.044 spettatori con 245 palchi VIP
      • Illuminazione: 1.800 punti luce 
      • Il Tour del Bernabéu: è uno dei musei più visitati della città di Madrid, con oltre 2 milioni di persone all'anno
      • Costo dell'ultimo ammodernamento (1999-2006): 127 milioni di euro

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK