Juventus
    Juventus
      05.06.2018 14:23 - in: Settore Giovanile S

      Barone: «Adesso viene il bello»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il tecnico della Under 16 a Juventus Tv: «Lasciamo che i ragazzi scarichino un po’ la fatica e poi ci concentreremo sulle emozioni delle Semifinali»

      La Under 16 comincia a scaldare i motori in vista della Semifinale Scudetto. Prima, però, è giusto concedersi qualche giorno di scarico, dopo avere eliminato il Novara ai quarti, in cui magari fare anche il punto del magnifico lavoro compiuto finora.

      Ci pensa Mister Barone, ai microfoni di Juventus Tv (intervista integrale con Antonio Romano a partire dalle 18).

      «Da agosto è stato un bellissimo percorso di crescita – spiega - La grande soddisfazione è vedere che i ragazzi si divertono insieme, e che imparano con il sorriso. La squadra è stata brava ad assorbire le nostre proposte, e lo ha fatto da subito: infatti all’andata abbiamo concluso il primo posto il girone, mentre al ritorno abbiamo conquistato i Playoff in virtù di tre mesi giocati al massimo, ma anche della crescita di chi aveva giocato meno nelle settimane precedenti».

      A cosa si deve questo grande cammino? «A un miglioramento costante, individuale, e collettivo. I ragazzi sono cresciuti sia dal punto di vista fisico, che tecnico e di mentalità. Noi lavoriamo per questo, per renderli pronti ad affrontare categorie superiori: loro sono giovani ma molto maturi, leggono bene i momenti delle partite, capiscono quando si deve attaccare, oppure gestire, oppure ancora spuntarla con il palleggio».

      Sguardo indietro alle ultime gare: «All’andata siamo messi nella situazione ottimale costruendo la vittoria nel primo tempo, gestendo poi l’eventuale ritorno del Novara nel modo migliore. E adesso viene il bello, perché si gioca per vivere sfide emozionanti come le Semifinali Scudetto. Atalanta o Napoli? Non importa, ciò che conta è avere avversari di livello e tenere alta la concentrazione. In questa settimana scarichiamo e cerchiamo di recuperare gli infortunati. Poi, nei giorni successivi, ci prepareremo alla sfida, ma sono certo che, come sempre, questi ragazzi, quando arriveranno alla sfida che conta, saranno pronti. Ho detto loro di godersi al cento per cento tutte le emozioni che stanno per arrivare, perché se le devono portare dentro di loro»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK