Juventus
    08.04.2018 13:00 - in: Serie A S

    Benevento-Juve, Game Review

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Tre episodi che hanno deciso la partita di ieri pomeriggio

    Vittoria importante ma sofferta quella dei bianconeri a Benevento. Il gran caldo e le fatiche di coppa hanno lasciato il risultato in bilico fino al gol capolavoro di Douglas Costa. Andiamo a rivedere le situazioni più interessanti della gara.

    L'AZIONE DEL PRIMO GOL

    Il primo gol di Paulo Dybala, oltre alla straordinaria esecuzione da parte dell'argentino, vede l'azione svilupparsi con grande fluidità, dopo il giro palla nel cerchio di metà campo. Alex Sandro viene servito sulla sinistra e sfruttando il movimento di Matuidi a portare via un uomo, il brasiliano si trova in condizione di puntare Sagna nell'uno contro uno. Superato l'avversario la difesa del Benevento si trova sbilanciata con tre giocatori sul suo lato destro, mentre dalla parte opposta Cuadrado è libero.

    Cambio di gioco di Alex Sandro con un preciso esterno sinistro e palla sul lato debole della difesa dei padroni di casa, dove il colombiano di prima serve Dybala. Il movimento in orizzontale della difesa del Benevento, a coprire lo spazio creato sulla destra precedentemente, permette all'argentino di avere il tempo per stoppare la palla e caricare il tiro. Conclusione precisa e a giro, nulla da fare per Puggioni.

    L'AZIONE DEL RIGORE SU PJANIC

    Il primo rigore per la Juventus giunge al termine del primo tempo. Ancora una volta l'azione si sviluppa sulla sinistra con Alex Sandro che serve centralmente Pjanic: il bosniaco prova l'affondo ma non trovando spazi allarga di nuovo sulla sinistra per Mandzukic che serve ancora Alex Sandro. Miralem Pjanic rimane alto e ad occupare la sua posizione in mezzo al campo arriva Claudio Marchisio.

    Spesso abbiamo sottolineato come la compresenza dei due giocatori porti la squadra di Allegri a giocare con il doppio play. La giocata del Principino è perfetta, per l'inserimento dietro alla linea della difesa del Benevento, di Pjanic. Ottimo controllo e con il primo dribbling il bosniaco supera un avversario, il secondo lo metterebbe solo davanti a Puggioni, ma Djmsiti, in ritardo, lo atterra.

    IL GOL CHE CHIUDE LA GARA: DOUGLAS COSTA

    Meraviglioso il gol che chiude la gara. L'azione rappresenta un ottimo esempio di transizione veloce da parte della Juventus. I bianconeri si schierano in difesa con un 4 4 2 a protezione della propria area, ma nel momento in cui Pjanic riconquista palla, Douglas Costa, entrato all'inizio del secondo tempo e ancora fresco, scatta subito in avanti  dettando il passaggio a Gonzalo Higuain, nel frattempo entrato in possesso palla. Il servizio del Pipita è leggermente lungo, obbligando così l'esterno brasiliano ad allargarsi e perdere il tempo per un rapido cross dentro l'area o per puntare direttamente in porta.

    La difesa del Benevento nel frattempo è riuscita a rientrare e Douglas Costa opta per la giocata personale. Due dribbling, doppio passo e conclusione a giro con palla all'incrocio dei pali. Nono gol dei bianconeri in campionato con conclusioni da fuori area. 

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK