Juventus
    22.09.2018 12:30 - in: Serie A S

    Allegri: «Non dobbiamo abbassare l’attenzione»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    «Domani è una partita da vincere con la testa quindi sceglierò la formazione in base a chi vedo con grande attenzione»

    Terza partita in sette giorni. Dopo gli splendidi successi in campionato con il Sassuolo e in Champions League a Valencia, la Juventus è chiamata a rispondere all’appello del Frosinone, domani sera alle 20:30 allo Stirpe. Per i bianconeri, l’imperativo è di continuare il percorso netto di questa stagione, centrando la quinta vittoria su cinque tentativi, ma la sfida con il Frosinone è tutt’altro che una formalità, e la Juve deve tenere l’attenzione al massimo per evitare le insidie rappresentate dalla squadra di Longo  

    «DOMANI SI GIOCA CON LA TESTA»

    «E’ un momento importante del campionato. Abbiamo messo da parte la prima di Champions, che era la partita più insidiosa, ma c’è troppo entusiasmo. Abbiamo fatto una bella partita ma dev’essere la normalità della Juventus e dobbiamo metterla da parte. Il Frosinone - aggiunge il tecnico - è una squadra che domani cercherà l’impresa della vita, dopo aver fatto due ottime partite con Lazio e Samp, e noi non dobbiamo abbassare l’attenzione.  

    «Domani è una partita da vincere con la testa quindi sceglierò la formazione in base a chi vedo con grande attenzione».

    POSSIBILE TURNOVER

    Tanti impegni ravvicinati e diversi uomini in condizioni da verificare. Ecco perchè la gara di domani potrà essere l'occasione per fare un po' di turn-over:

    «Sicuramente riposerà qualcuno. Partirà Szczesny mentre Perin gioca mercoledì in casa con il Bologna. Domani Dybala sarà in campo perché è un giocatore importante con gol nelle gambe e va sfruttato al meglio. Potrebbe giocare in diversi ruoli dell’attacco. Devo ancora scegliere se giocare a 3 dietro e in base a quello deciderò se Alex Sandro puo’ riposare. Devo anche capire come sta Bernardeschi.

    «Pjanic sta bene - aggiunge Allegri -. L’ho tolto a Valencia perché mi serviva un giocatore che portasse la palla dall’altra parte del campo da solo, Douglas Costa, e tenere in campo uno più di filtro come MatuidiBlaise e Mario (Mandzukic) hanno speso tanto mentalmente, dopo essere tornati dal Mondiale. Quindi vanno gestiti affinchè possano recuperare le energie nervose perché sono giocatori che ti fanno fare la differenza».

    RONALDO IN CAMPO

    Spiega Allegri: «Domani Ronaldo farà un’ottima prestazione come ha fatto nella prima mezz’ora in Champions. Le aspettative su di lui sono altissime, ma lui non deve dimostrare niente. Deve continuare solo a giocare e divertirsi e fare gol. Lui è molto esigente con sé stesso - aggiunge il mister - e quindi domani farà una grande prestazione. L'episodio di mercoledì è una cosa già passata. Lui è il più forte giocatore al mondo ed è un valore aggiunto nella fisionomia della squadra».

    CAPITOLO INFERMERIA

    Il punto del mister: «Barzagli è out ma dovrebbe tornare mercoledì mentre De Sciglio è fuori e deve essere sottoposto a nuovi esami. Khedira e Douglas Costa sono indisponibili e torneranno dopo la sosta». 

    IN MIGLIORAMENTO

    Allegri è soddisfatto del percorso che stanno facendo i suoi uomini anche se c'è ancora da migliorare:

    «La squadra sta migliorando da un punto di vista fisico e tecnico, perché sta giocando insieme sempre di più. Anche dal punto di vista difensivo stiamo migliorando e lo abbiamo dimostrato mercoledì a Valencia, anche se abbiamo subito troppi cross, ma stiamo lavorando e trovando il gusto equilibrio».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK