Juventus
    Juventus
      08.03.2018 14:00 - in: Champions League S

      Game Review: la notte di Wembley

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      L'analisi della rimonta bianconera, che significa accesso ai quarti di finale di Champions League

      Trionfo della Juventus a Wembley: Higuain e Dybala sovvertono il risultato di svantaggio, maturato nel primo tempo, con due gol in tre minuti. Impresa che vede protagonista tutta la squadra a partire da Massismiliano Allegri che dopo un'ora di gioco ridisegna l'undici in campo con l'ingresso di Asamoah e Lichtsteiner e il passaggio al 4 2 3 1. Due palle gol e due gol in meno di sette minuti.

      LA SVOLTA TATTICA

      Kwadwo Asamoah è entrato in campo da pochi secondi, la Juventus è in sofferenza con il Tottenham che mantiene sempre alta l'intensità nel  pressing. Alex Sandro viene spostato in avanti a giostrare sulla linea di Dybala e Douglas Costa con Higuain prima punta. La Juventus recupera palla al limite della propria area di rigore con Benatia.

      La ripartenza condotta da Dybala e Pjanic innesca Asamoah che velocemente giunge nella trequarti inglese: serve Alex Sandro sull'out sinistro e continua la corsa garantendo al compagno brasiliano, con la sua sovrapposizione, lo spazio per effettuare il cross. Higuain arriva per primo sul pallone ma la sua conclusione è fuori misura. Non una chiara occasione da gol, ma il primo segnale di un'azione fluida e veloce che anticipa quello che succederà poco dopo.

      LA JUVE CRESCE...

      Passano due minuti (nel frattempo è entrato anche  Lichtsteiner) e Alex Sandro, in avanti riceve da Chiellini: ora rispetto all'azione precedente il brasiliano è dentro il campo con Asamoah defilato a sinistra. Il ghanese viene servito e arriva subito al cross: Khedira attacca la porta assieme a Higuain, Douglas Costa e Dybala (alternatisi di posizione rispetto a prima) si liberano al limite dell'area di rigore.

      Sulla respinta di Sanchez arriva prima l'argentino ma la sua conclusione finisce a lato. Chiara occasione da gol: la chiave per colpire il Tottenham è stata trovata.

      IL GOL DEL PAREGGIO

      Il primo gol, dopo due azioni sulla sinistra, nasce invece sulla destra: Lichtsteiner dà il là servendo Douglas Costa che da posizione centrale viene incontro alla palla e subito lo svizzero scatta in avanti. Scambio palla a terra fra il brasiliano e Dybala che premia la sovrapposizione di Stephan.

      Il difensore guadagna il fondo e centra con precisione: ancora una volta Khedira è dentro l'area di rigore (sempre preziosissime le sue incursioni negli spazi) e Alex Sandro attacca la porta. Sull'assit del tedesco Higuain (che sembra nascondersi alla difesa avversaria) si fa trovare pronto per il gol dell'1 a 1.

      IL RADDOPPIO

      Tottenham in difficoltà e Juventus spietata. Dopo avere messo apprensione alla difesa dei padroni di casa con due azioni sulla sinistra, averla colpita con un'azione sulla destra, il colpo del KO arriva sull'asse centrale. La Juventus recupera palla grazie ad un pressing più alto che obbliga Sanchez al lancio lungo. Con pazienza i bianconeri fanno girare palla senza forzare la giocata, fino a quando Chiellini serve Higuain, bravo a rientrare dal fuorigioco prima della verticalizzazione del difensore centrale.

      Il Pipa tiene palla con abilità e premia lo scatto di Dybala, pronto a fare il movimento contrario al compagno di reparto (quando Higuain si abbassa Dybala subito attacca la profondità). Difesa altissima quella del Tottenham prontamente punita dallo scambio dei due attaccanti. La Joya si trova a tu per tu con Lloris e non perdona. Azione totalmente improvvisata, frutto solo dell'intesa fra due giocatori? Assolutamente no. Allegri alla seconda di campionato, Genoa Juventus, già l'aveva studiata.

      Come si può vedere nel video che segue

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK