Juventus
    12.08.2018 19:30 - in: Eventi S

    Voci da Villar

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Allegri e Szczesny pensano già alla prossima stagione: «Trasformiamo i sogni in obiettivi. C’è entusiasmo ed eccitazione, adesso cominciamo a vincere da sabato»

    La festa di Villar è appena finita, e la Juventus si getta a capofitto sulla prossima stagione, nella quale le attese sono alte, e per questo motivo è necessario cominciare al massimo. Le parole di Mister Allegri e di Wojciech Szczesny.

    MASSIMILIANO ALLEGRI

    «Adesso conta soprattutto il campo: la Società ha migliorato molto la squadra, ma da sabato prossimo, a Verona, bisognerà correre, per vincere. L’ambizione ovviamente è quella di andare più avanti possibile in Champions League, ma come sempre, sono fondamentali anche Coppa Italia e Campionato, perché nessuno regala i trofei prima di conquistarli sul campo».

    Prosegue il tecnico bianconero: «Anche oggi i ragazzi hanno dimostrato serietà, mettendo massimo impegno in questa partita, che era la prima tutti insieme, dopo 3 giorni di lavoro a ranghi completi. Chiaro che nell’ambiente c’è eccitazione per l’arrivo di tanti campioni: ma è fondamentale trovare equilibrio, perché l’unica cosa che conta è andare in campo e fare».

    «L’ambizione Champions è uno stimolo per tutti, anche per i più giovani, per fare sempre meglio, ma non deve snaturare le caratteristiche della Juventus, che sono ottenere i risultati con l’impegno, il lavoro e il sacrificio, così come fanno le squadre che vincono in Europa».

    Su Bonucci e Ronaldo: «Leo sta bene, è un giocatore esperto e importante, che alza il livello nella fase difensiva. Su Ronaldo posso dire che abbiamo acquistato un grande giocatore in campo ma soprattutto fuori: mi era stato detto che è un grande professionista, ed è così. Non si raggiungono, altrimenti, i suoi traguardi».

    WOJCIECH SZCZESNY

    «La Società ha fatto un grande mercato, e c’è grande entusiasmo. Ma i sogni adesso diventano obiettivi, la rosa è completa: pertanto, dobbiamo cominciare bene, vincendo a Verona. Tutti i nuovi compagni sono fortissimi, oltre ovviamente a Ronaldo, che credo comunque farà la differenza».

    Sul suo ruolo da titolare: «Sono contento, ma gli obiettivi importanti sono quelli collettivi. Siamo la squadra più forte del mondo? Non lo so, di certo una delle più forti»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK