Juventus
    Juventus
      05.03.2018 17:30 - in: Champions League S

      JTalk... dal campionato alla Champions League!

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Alle 19.30 live su Juventus Tv, con intervista esclusiva a Daniele Rugani

      Puntata speciale di JTalk, quella che vi accompagna stasera alla fine del primo giorno della settimana con i temi salienti del mondo in bianconero.

      Una puntata che si aprirà con un doveroso ricordo di Davide Astori e poi tornerà sui temi di attualità sportiva: dal peso della partita di Roma in ottica campionato, all’ormai vicinissima trasferta di Londra, per il ritorno di Champions League contro il Tottenham

      In studio a Torino, Paolo Rossi conduce con Claudio Zuliani, ospite Claudio Buja, Presidente della Universal Music Publishing Ricordi.
      A Roma, con Massimo Zampini, il giornalista Michele Di Branco del Messaggero.
      Da Londra, Enrico Zambruno ci introduce i temi della sfida con la squadra di Pochettino.

      E di questi temi si parlerà anche nell'esclusiva intervista a Daniele Rugani, di cui riportiamo qualche anticipazione.

      LE PAROLE DI DANIELE

      IL RICORDO DI DAVIDE ASTORI

      «Voglio innanzi tutto esprimere le mie condoglianze alla famiglia di Davide Astori. Ci lascia una persona perbene: questa è la parola più adatta a definire Davide, un ragazzo di sani principi, leale, rispettoso... Una persona di cuore. Ho avuto la fortuna di conoscerlo in Nazionale e il suo ricordo rimarrà indelebile nel cuore di tutti».

      L'ASSIST A DYBALA CONTRO LA LAZIO

      «Paulo ha praticamente fatto tutto da solo ed è stato fenomenale a segnare. Dopo il gol, scherzando, gli ho detto “questo è un assist”, e lui me lo ha confermato...Non so se sarà decisivo, visto che mancano ancora molte partite, ma è stato un momento importante, anche in considerazione del risultato del Napoli con la Roma». 

      FINO ALLA FINE

      «La nostra forza è questa: crederci fino alla fine. Non sono solo parole, ma è nel nostro DNA e l'abbiamo dimostrato in una partita difficile, contro una squadra scorbutica, che si difende bene e ha uomini forti e veloci davanti, che possono far male in contropiede come si era visto nelle altre due partite in cui li avevamo affrontati». 

      LA MIGLIOR DIFESA DEL CAMPIONATO

      «Siamo tornati a difendere da Juve. La compattezza e la solidità sono sempre state la nostra forza e non dipendono solo dai difensori. Quando ci sono miglioramenti così drastici dipende da tutta la squadra, a partire dal lavoro svolto dagli attaccanti. Tra la difesa a tre e e quella a quattro qualche differenza c'è, ma al di là dei moduli sono l'atteggiamento e la voglia di sacrificarsi che contano». 

      LA SFIDA CON IL TOTTENHAM

      «Mercoledì ci aspetta una partita in cui i dettagli saranno fondamentali. Credo sarà una gara più aperta rispetto a quella con la Lazio, che si difendeva molto bassa, con tutti gli uomini dietro la linea della palla. Teoricamente le squadre inglesi dovrebbero giocare in modo diverso... Partiamo da un 2-2 in casa e dovremo dare più del 100%, perché servirà una partita straordinaria per vincere».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK