Juventus
    09.01.2018 15:20 - in: Serie A S

    Juve: i numeri dopo le prime 20 giornate

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Statistiche e record che vedono protagonisti i bianconeri in Serie A al momento della sosta

    Con il campionato fermo e i bianconeri che si godono qualche giorno di meritato riposo, è tempo di analizzare i numeri e le prestazioni che hanno visto la Juventus protagonista in queste prime 20 giornate della Serie A 2017/18.

    Sono 50 i punti raccolti finora in classifica: nell'era dei tre punti a vittoria, soltanto in due occasioni la Juve aveva fatto meglio (nel 2005/06 e nel 2013/14): un cammino frutto di un grande lavoro in entrambe le fasi, offensiva e difensiva.

    L'ATTACCO

    242 occasioni create e 335 conclusioni totali, di cui 128 nello specchio: questi i numeri dell'attacco della Juventus, che in queste 20 partite ha segnato 49 gol (percentuale realizzativa del 19,8%), eguagliando il record, che già le apparteneva, della stagione 2013/14.

    Non solo: la Signora ha stabilito un nuovo record assoluto per la massima serie, segnando in 24 partite consecutive fuori casa, cosa che non era mai successa nella storia della competizione.

    Analizzando i gol nello specifico, sono tre i gol segnati su punizione diretta e nove le reti realizzate da fuori area (più di ogni altro in campionato), con ben 13 marcatori differenti (record condiviso con l'Udinese). Centri che sono arrivati sia in avvio di gara (17 gol nella prima mezzora), sia nella ripresa (28 reti nei secondi tempi), entrambi primati in questo campionato.

    Complessivamente, sono 1006 i minuti trascorsi in vantaggio dalla formazione di mister Allegri, più di ogni altra squadra nella massima serie.

    LA FASE DIFENSIVA

    Non soltanto un'eccellente fase offensiva: strada facendo i bianconeri hanno ritrovato anche una grande solidità difensiva, mantenendo la porta inviolata in ben 11 occasioni sulle 20 partite, più di ogni altro in campionato.

    Sono 15 i gol subiti dai ragazzi di Allegri, con 34 parate che hanno visto impegnati Buffon e Szczesny. Complessivamente, la Juve è stata in svantaggio per soli 162 minuti, meno di ogni altra squadra in Serie A, ed è anche la formazione ad aver subito meno gol nell'ultimo quarto d'ora di gioco (soltanto uno).

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK