Juventus
    Juventus
      07.12.2018 22:50 - in: Match Report S

      CI PENSA MARIO!

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      L'incornata di Mandzukic nella ripresa decide la sfida con l'Inter. Chiellini straordinario in difesa respinge ogni tentativo di rimonta e la Juve è sempre più padrona del campionato

      Lotta, gioca di fino, segna con una regolarità pazzesca: è Mario Mandzukic l'eroe della serata e con il su settimo sigillo in campionato regala alla Juve il Derby d'Italia. Una partita non spettacolare, ma vibrante quella con i nerazzurri, fisica il giusto, comunque corretta ed equilibrata. La fa sua la squadra con più talento ed esperienza: l'Inter manda la sua unica vera chance sul palo nel primo tempo, mentre i bianconeri capitalizzano nella ripresa una delle rare occasioni avute e volano a quota a 43 punti in classifica. 

      BOTTA E RISPOSTA


      L'avversario è spigoloso e nei primissimi minuti qualche imprecisione complica la manovra della Juve, che però si fa subito pericolosa non appena palleggia con maggior attenzione, portando Ronaldo al traversone e Dybala a staccare di testa, mettendo alto. La Joya ci prova anche poco dopo dalla sinistra dell'area, ma il suo tentativo viene deviato in angolo. I bianconeri alzano il pressing e prendono prendono campo, mentre l'Inter cerca di ripartire in velocità e anche se i ritmi non sono forsennati la gara è aperta e piacevole. Il più vivace tra i nerazzurri è Perisic e per limitarlo Allegri scambia le posizioni di De Sciglio e Cancelo, portando il portoghese sulla sinistra. Gli ospiti provano allora a sfondare dalla parte opposta e alla mezz'ora quasi ce la fanno: Politano si accentra e tocca per Icardi che favorisce l'inserimento di Gagliardini, il cui sinistro rasoterra colpisce il palo e termina docile tra le braccia di Szczesny. È questo il miglior momento dei nerazzurri che arrivano ancora al tiro con Perisic, poco preciso anche perché ostacolato involontariamente da Icardi. Qualche chiusura tempestiva in area evita ulteriori pericoli e la Juve riprende a manovrare, impegnando Handanovic con le incornate di Mandzukic e Chiellini, quest'ultima arrivata sugli sviluppi di un calcio d'angolo causato dal decisivo intervento di Brozovic sul destro a colpo sicuro di Bentancur.

      L'esultanza di Mario Mandzukic dopo il vantaggio bianconero

      MARIOOO!!!


      La ripresa si apre con un brivido, perché Matuidi serve involontariamente in area che, dopo lo scambio con Icardi va al tiro trovando la provvidenziale opposizione di Bonucci. Il francese si fa perdonare con uno spunto dalla parte opposta e con un traversone basso che attraversa tutto lo specchio della porta senza trovare compagni pronti alla deviazione. Adesso i ritmi sono decisamente più alti, vola qualche cartellino e il gioco è spesso confuso, ma appena la Juve riesce a mettere ordine passa: il lancio di quaranta metri di Matuidi pesca sulla sinistra Cancelo che scodella un cross delizioso sul secondo palo, dove Mandzukic prende il tempo ad Asamoah e in tuffo incorna sotto la traversa.

      CHIELLINI MONUMENTALE


      L'Inter accusa il colpo, la Juve sente l' “odore del sangue” e cerca di azzannare di nuovo, ma nonostante il forcing gli ospiti resistono. Provano per la verità anche a reagire, senza però produrre occasioni consistenti, anche perché di fronte, si ritrovano un Chiellini monumentale: ogni pallone che si avvicina all'are è suo, ogni contrasto è vinto e Icardi praticamente non la vede mai. Allegri richiama Dybala per Douglas Costa e a dieci minuti dal termine torna in campo Emre Can. Il tedesco rileva Pjanic e regala centimetri e peso al centrocampo che bianconero domina, tiene gli ospiti ben lontani dalla zona pericolo e mette il sigillo sulla gara. Lo Stadium esplode e l'applauso arriva anche dall'altra parte dell'oceano, da Brooklyn, dove si festeggia la Juventus Night: anche a più di 6.000 chilometri di distanza sono tutti pazzi per questa Juve.

      JUVENTUS-INTER 1-0

      RETI:
      Mandzukic 21' st

       

      JUVENTUS

      Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Cancelo; Bentancur, Pjanic (37' st Emre Can), Matuidi; Dybala (26' st Douglas Costa), Mandzukic, Ronaldo
      A disposizione: Perin, Pinsoglio, Rugani, Benatia, Spinazzola, Cuadrado, Bernardeschi
      Allenatore: Allegri


      INTER
      Handanovic; Vrsaljko,  Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini (24' st Keita), Brozovic; Politano (13' st Borja Valero), Joao Mario (32' st Lautaro Martinez), Perisic; Icardi
      A disposizione: Padelli, D'Ambrosio, De Vrij, Ranocchia, Vecino, Candreva
      Allenatore: Spalletti

      ARBITRO: Irrati
      ASSISTENTI: Meli, Passeri
      QUARTO UFFICIALE: Doveri
      ARBITRI D'AREA: Guida, Carbone


      AMMONITI: 6' pt Pjanic, 9' st Bentancur, 10' st Perisic, 12' st Brozovic

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK