Juventus
    25.03.2018 17:30 - in: Women S

    Juventus Women: 5-0 a Sassuolo e qualificazione in Champions

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Le bianconere di Rita Guarino vincono la 17ª partita consecutiva in campionato e sono matematicamente qualificate per l'edizione 18/19 della UEFA Women's Champions League

    17: tante sono le vittorie consecutive della Juventus Women in Serie A, dopo che le ragazze di Rita Guarino hanno superato oggi allo Stadio "Ricci" 5-0 il Sassuolo, penultima forza del campionato.

    Tre punti pesanti, pesantissimi, che confermano le bianconere a punteggio pieno in testa alla classifica; mantengono il Brescia a tre punti di distanza in vista dello scontro diretto e, soprattutto, spalancano matematicamente alla Juventus le porte della UEFA Women's Champions League 2018/2019.

    Un successo che ha avuto una protagonista assoluta: Barbara Bonansea, autrice di quattro gol che portano il talento bianconero a quota 17 in campionato, attualmente in vetta alla classifica dei marcatori, al primo poker in carriera in un match di Serie A. Ma andiamo con ordine e viviamo insieme il film della partita.

    IL PRIMO TEMPO: DUE VOLTE BARBARA

    Juve schierata da coach Guarino con il 4-4-1-1 di ordinanza e una formazione molto giovane: Giuliani tra i pali; Hyyrynen e Boattin terzini; Lenzini e Salvai (capitano di giornata) come coppia centrale; in mediana Galli e Caruso come interni, con Rosucci e Bonansea in fascia; Zelem trequartista a supporto della prima punta Cantore.

    La prima occasione della partita è per le neroverdi, con Faragò lanciata da Russo a tu per tu con Giuliani dopo sette minuti di gioco e la palla calciata alta sopra la traversa. Poco dopo per le bianconere ci prova Boattin, raccogliando un pallone da corner di Rosucci, e concludendo a lato.

    La Juve alza la pressione e passa poco dopo il quarto d'ora: è il 16' quando Zelem verticalizza al meglio per Bonansea che salta il portiere e segna a porta vuota, per il gol dell'1-0, 14ª marcatura stagionale in campionato per la numero 11 bianconera.

    La Juve continua a premere e poco dopo l'occasione per il raddoppio è sui piedi di Zelem, la cui conclusione verso le porta è deviata; al 28' la chance è ancora più nitida per Rosucci, che coglie il palo su suggerimento di Cantore; mentre al 33' Bonansea devia di testa fuori di poco.

    La pressione bianconera è premiata al 42': è ancora Bonansea, questa volta di testa e ancora una volta su assist di Zelem da corner, a deviare in rete portando il risultato sul 2-0 e segnando la propria 15ª marcatura in campionato.

    La prima frazione si chiude, dunque, sul doppio vantaggio per la Juventus, costretta comunque a giocarsi il primo cambio dopo un colpo subito al fianco destra da Hyyrynen, che spinge coach Guarino ad inserire Glionna.

    LA RIPRESA: BARBARA SI SCATENA, GLORIA ANCHE PER CANTORE

    Non passano neanche secondi dalla ripresa delle ostilità che la Juve cala subito il tris: è ancora una volta Bonansea, per la tripletta personale e il 16° centro stagionale in campionato, a gonfiare la rete, proprio su assist della neo-entrata Glionna, per il provvisorio 3-0.

    Dopo il triplice vantaggio, coach Guarino effettua il secondo cambio, inserendo la 2000 Panzeri al posto di Rosucci. Non bisogna aspettare molto per il quarto gol bianconero, che arriva al 15', e porta la firma di Cantore. È un dominio netto, quello delle bianconere, che dopo il 4-0 sfiorano immediatamente la quinta rete, stavolta con una traversa colpita da Glionna.

    A trovare il 5-0 ci pensa, dopo pochi secondi, con un tocco sotto a superare l'estremo difensore neroverde Lugli la "solita" Bonansea: è il suo quarto gol di giornata e, soprattutto, la rete che fa 17 in campionato, score che la rende temporaneamente capocannoniere davanti alla bresciana Girelli, ferma a quota 16.

    La mattatrice di giornata viene sostituita al 65', quando coach Guarino inserisce Valentina Cernoia, all'esordio assoluto in bianconero e rientrata in campo dopo aver recuperato da una sfortunata rottura del legamento crociato, rimedata la scorsa estate in occasione dell'Europeo in Olanda.

    Non arriveranno altri gol, ma ci sarà ancora tempo per una rete annullata nel finale a Cantore per fuorigioco, con il risultato che non cambia: al triplice fischio è 5-0, che sancisce una vittoria netta ed inequivocabile, all'esito di una gara condotta all'attacco dall'inizio alla fine.

    IL COMMENTO DI COACH GUARINO

    «Qualche problema il Sassuolo ce l'ha creato, pressandoci alto, e non stato semplicissimo» - spiega Rita Guarino a fine gara - «Non ci aspettavamo una squadra così aggressiva fin dai primi minuti, ma siamo stati brave a sbloccare il risultato e a chiudere la partita».

    Ora, testa allo scontro diretto: «Dopo questa partita, sia noi che il Brescia ci concentreremo su quella che sarà la partita più importante dell'anno, visti i pochi punti che ci separano: è il match che vale il campionato».

    Sulla gestione dei cambi, il coach bianconero spiega: «Hyyrynen ha avuto un problemino: ha rimediato una botta, speriamo niente di grave». 

    Prestazione superlativa per Barbara Bonansea: «Con lei ho fatto una scommessa e mi auguro che prosegua su questa strada: in una posizione così avanzata, è una giocatriche che può far male a tutte le difese avversari. È stata davvero bravissima».

    LA GALLERY
    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK