Juventus
    09.03.2018 16:30 - in: Serie A S

    La carica di Giorgio

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Chiellini: «Si apre una settimana che, se non decisiva, sarà comunque fondamentale per il campionato»

    Tre partite in dieci giorni, che potranno dire moltissimo sul campionato della Juventus. Ne è cosciente Giorgio Chiellini, che dopo le emozioni di Wembley si focalizza sulla Serie A, come tutti i compagni.

    «PER ORA SIAMO ANCORA DIETRO….»

    «Speriamo di passare in testa presto, magari già nel weekend anche solo per qualche ora. Saranno tre partite complicate, contro squadre fisiche, ed è un periodo molto dispendioso. Serviranno tutte le energie fisiche e mentali, abbiamo cominciato a concentrarci bene, mettendoci alle spalle la Champions League, perché i prossimi giorni sono troppo importanti…»

    IL SECONDO TEMPO DI WEMBLEY IN TRE AGGETTIVI

    «Direi emozionante, sia per noi che per tutti i tifosi, poi passionale, dato che per ottenere la qualificazione in questa doppia sfida è servita molta passione, e infine lucido, dal momento che eravamo coscienti delle difficoltà, ma non abbiamo mai perso l’attenzione e la lucidità sulla gara, aspettando che il Tottenham concedesse qualcosa. Ed è successo».

    «NON PERDERE LA VOGLIA DI SACRIFICARSI»

    «Siamo una squadra che si sta rinnovando, ci sono tanti giocatori con esperienza, oltre a noi italiani penso a Lichtsteiner e Asamoah, ma ci sono anche compagni qui da tre o quatro anni, ormai pienamente parte del Club. Quel che conta, al di là del tempo, è non correre mai il rischio di essere appagati, mantenendo sempre applicazione e volontà di sacrificarsi, per continuare a vincere: adesso arrivano i mesi più belli, e non abbiamo ancora vinto nulla».

    L’IMPORTANZA DI ALLEGRI

    «L’allenatore è il nostro timone, le nostre fortune e le sue sono reciproche: c’è una grande sintonia e sinergia fra lui e il gruppo».

    LA JOYA E IL CAPITANO

    «Paulo deve semplicemente continuare a fare quello che sta facendo: è un ragazzo d’oro, adesso ha ricominciato a fare gol, ma non abbiamo mai avuto nessun dubbio. Buffon? Non pensa ad altro che al campo in questo momento: abbiamo davanti a noi un periodo troppo importante».

    LA SVOLTA DOPO GENOVA

    «Abbiamo preso coscienza di quel che dovevamo fare, in concreto, per tornare a raggiungere risultati. Abbiamo messo da parte l’appagamento per una stagione straordinaria, che portava ad avvertire meno i pericoli. I risultati sono arrivati».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK