Juventus
    16.07.2018 19:30 - in: Eventi S

    Ronaldo: «Voglio lasciare il segno nella storia della Juventus»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Le prime dichiarazioni del giocatore portoghese, oggi in conferenza stampa

    Una copertura mediatica straordinaria, con giornalisti provenienti da tutto il mondo. Tutti qui, per Cristiano Ronaldo, per sentire le sue prime parole da giocatore della Juventus nella conferenza stampa che - questa sera - si è svolta all’Allianz Stadium, nella splendida cornice del Club Gianni e Umberto Agnelli. 

    LA SCELTA DELLA JUVENTUS

    «La Juventus per me è una della più grandi squadre del mondo, è stata una decisione che ho preso da tempo e ringrazio il club per questa opportunità. Questo è un passo molto importante per la mia carriera, è il più grande club italiano, ha un grande allenatore e un grande presidente abituato a vincere. È una sfida per me e sono molto preparato. Sono tranquillo e molto fiducioso. Mi sento bene, mi sento elettrizzato. Di solito i giocatori della mia età vanno in altri Paesi, ma io sono qui per trionfare con la Juventus».

    UNA NUOVA TAPPA, UNA NUOVA SIFDA

    Cristiano, nella sua meravigliosa carriera, ha vinto ovunque. Non si vuole di certo fermare qui. L’Italia rappresenta una nuova, stimolante tappa. «Quella che ho avuto al Real Madrid è stata una storia brillante, ma adesso voglio dedicarmi a questa nuova sfida della mia vita. Cercherò di far vedere agli italiani che sono un giocatore di altissimo livello, anche se penso di non dover dimostrare nulla a nessuno, i numeri parlano per me. Non mi piace rimanere nella mia zona di comfort. Voglio lasciare il segno anche nella storia della Juventus».

    LA SERIE A

    Nel week-end del 18-19 agosto inizierà la Serie A 2018-2019, la prima con CR7 in campo. «È un campionato difficile, molto tattico. La mia carriera non ha avuto niente di facile. Voglio lavorare perché le cose vadano bene. Sono preparato e darò il meglio. Ho già avuto l’opportunità di conoscere il mio allenatore, Massimiliano Allegri. Comincerò ad allenarmi il 30 luglio: voglio debuttare in campionato nella prima partita».

    GLI OBIETTIVI STAGIONALI

    «Lotteremo per tutti i trofei: Serie A, Coppa Italia e Champions League. La Champions? Dobbiamo essere tranquilli e concentrati, è una competizione molto difficile da vincere. La Juventus è arrivata molto molto vicina negli ultimi anni, le finali sono sempre un’incognita». Poi torna sul passato, allo scorso aprile, alla standing ovation dopo la rovesciata a Torino, proprio nella massima manifestazione europea.«Fu un momento molto bello, speciale per me».

    «VOGLIO ESSERE UN ESEMPIO, DENTRO E FUORI DAL CAMPO»

    In conferenza stampa, il nuovo numero 7 bianconero risponde alle domande sorridendo, rilassato, felice di essere a Torino e iniziare una nuova avventura con i suoi compagni di squadra. «Io voglio essere sempre un esempio, dentro e fuori dal campo. Negli allenamenti farò quello che ho sempre fatto, non cambierà nulla. Ho firmato per quattro stagioni e spero di dare molte soddisfazioni ai tifosi. La Juventus mi ha dato un’eccellente opportunità e io le sono grato per questo. Non è un caso che abbia vinto gli ultimi sette campionati e abbia fatto due finali di Champions League negli ultimi quattro. Io voglio portare la Juventus ad un livello ancora più alto».

    Con lui, al tavolo della conferenza stampa, il Direttore Sportivo bianconero, Fabio Paratici. «I nostri giocatori sono molto contenti dell'arrivo di Cristiano. Lui ci permetterà di alzare l'asticella ancora di più».

    #WelcomeToJu, Cristiano!

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK