Juventus
    Juventus
      18.04.2018 22:42 - in: Match Report S

      La Juve rallenta a Crotone

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La rete di Simy in rovesciata pareggia il vantaggio di Alex Sandro. Il Napoli si porta a quattro punti dai bianconeri

      Il Crotone ferma la Juventus, ottenendo il suo primo punto contro i bianconeri grazie ad una rete in rovesciata di Simy, che pareggia il gol di Alex Sandro. L'atteggiamento troppo morbido dei bianconeri, una volta ottenuto il vantaggio, dà una corposa mano ai padroni di casa, bravi poi a tenere il risultato anche grazie a due interventi prodigiosi di Cordaz.

      COSTA-SANDRO, GOL BRASILERO

      Del resto il Crotone, in piena lotta salvezza, gioca con personalità fin dall'inizio. Chiaro che il primo diktat di Zenga sia difendere, ma i calabresi non si limitano ad aspettare la Juve nella propria metà campo: quando possono alzano il pressing e non danno l'impressione di piazzare le barricate davanti all'area, semmai quella di chiudere gli spazi con ordine.
      L'atteggiamento è nobile, ma finisce per permettere a qualche bianconero di godere di troppa libertà. E lasciarne a Douglas Costa, specie in questo momento di forma straordinaria, è rischiosissimo. Al terzo cross, il brasiliano è decisivo e, dopo i tre assist piazzati contro la Sampdoria, ne confeziona un altro delizioso per Alex Sandro, bravissimo a staccare sul primo palo e a infilare di testa nell'angolo opposto.

      ANDAMENTO LENTO

      La Juve ora può permettersi di dettare i propri ritmi alla gara e, pur non forzando, arriva ancora ad impensierire Cordaz con Higuain, che vince un duello con Ceccherini, entra in area e cerca di piazzare il destro, calciando però centralmente. Qualche distrazione di troppo permette ai padroni di casa di farsi vivo dalle parti di Szczesny, chiamato solo a qualche uscita non particolarmente complicata, almeno fino allo scadere del primo tempo, quando Simy, nonostante sia circondato da tre bianconeri, riesce a trovare lo spazio per scaricare il destro, trovando comunque piazzato il portiere polacco.Un atteggiamento troppo rilassato quello dei bianconeri che Allegri dimostra di non gradire, richiamando la squadra all'ordine più di una volta.

      SIMY ALLA RONALDO

      Evidentemente anche il Crotone si accorge di poter approfittare della poca “cattiveria” degli avversari e cerca di farlo in avvio di ripresa con l'iniziativa di Martella, conclusa con un sinistro potente sull'esterno della rete. La Juve dà comunque l'impressione di poter chiudere la partita da un momento all'altro, perché quando riparte in velocità è micidiale: ne danno prova Douglas Costa, Dybala e Sturaro, che in un lampo capovolgono il campo e arrivano nell'area avversaria, servendo Higuain, il cui tiro viene però ribattuto. Il Crotone non molla e dopo una decina di minuti ha una buona occasione per pareggiare, quando Benatia, pressato da Simy, tocca verso Szczesny che blocca con le mani. Il signor Fabbri ravvisa un retropassaggio volontario e comanda la punizione a due in area, che Faraoni spara sul muro di maglie bianconere. Allegri opera il primo cambio al 19', inserendo Bentancur al posto di Marchisio, ma prima di vedere gli effetti della sostituzione il Crotone colpisce: una sponda di Rohden non sembra poter trovare sbocchi, perché Trotta buca il pallone e Simy è spalle alla porta, ma Ronaldo evidentemente ha fatto scuola, perché il nigeriano si coordina per la rovesciata e piazza il pallone a fil di palo.

      CORDAZ, DUE MIRACOLI

      La Juve prova a reagire immediatamente e Allegri richiama Sturaro e manda in campo Cuadrado. Cordaz compie due prodigi, prima togliendo dall'incrocio una sventola di Matuidi da venticinque metri, poi deviando in angolo il destro al volo di Higuain, servito da un gran numero di Bentancur. Negli ultimi minuti tocca a Bernardeschi, che rileva Dybala, rientrando dopo il derby dello scorso febbraio, ma l'assalto finale è portato avanti contro troppa foga e poca lucidità e non produce nulla. Finisce 1-1 e la Juve, che per qualche istante, quando era in vantaggio, si era addirittura portata a più 9 sul Napoli, per due volte sotto contro l'Udinese, lascia due punti preziosi per strada e ora ne ha quattro di vantaggio sui partenopei, capaci di ribaltare il risultato e vincere 4-2 contro i friulani. Lo scontro diretto di domenica prossima a questo punto, sembra davvero una finale.

      CROTONE-JUVENTUS 1-1

      RETI: Alex Sandro 17' pt, Simy 20' st

      CROTONE
      Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Stoian (32' st Sampirisi); Rohden (42' st Ajeti), Simy, Diaby (18' st Trotta)
      A disposizione: Festa, Zanellato, Pavlovic, Izco, Simic, Crociata, Tumminello, Nalini, Ricci
      Allenatore: Zenga

      JUVENTUS
      Szczesny; Lichtsteiner, Rugani, Benatia, Alex Sandro; Matuidi, Marchisio (19' st Bentancur), Sturaro (23' st Cuadrado); Douglas Costa, Higuain, Dybala (43' st Bernardeschi)
      A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Howedes, Barzagli, Asamoah, Khedira
      Allenatore: Allegri

      ARBITRO: Fabbri
      ASSISTENTI: Alassio, Costanzo
      QUARTO UFFICIALE: Abbattista
      VAR: La Penna, Giallatini

      AMMONITI: 36' pt Mandragora, 28' st Benatia, 39' st Lichtsteiner

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK