Juventus
    Juventus
      28.09.2018 17:00 - in: Serie A S

      Undici nomi per Juve-Napoli: Starting XI

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La storia delle sfide contro i partenopei, raccontando 11 campioni

      Juventus-Napoli è una sfida da vertice negli ultimi anni. Ecco 11 giocatori che hanno lasciato un segno nelle sfide precedenti. Modulo iper-offensivo, un 3-4-3 composto da giocatori che hanno militato in entrambi i club. In panchina, pronto a entrare in caso di risultato bloccato, ovviamente Simone Zaza, anche se non è ex...  

      Dino Zoff

      11 anni in bianconero senza saltare neanche una partita di campionato, per un totale di 330 gare. La Juve lo prende dal Napoli dove ha trascorso 5 stagioni importanti e fatto alcune prestazioni a Torino da portiere-saracinesca, in particolare quella dello 0-0 del 1970

      Ciro Ferrara

      Dieci anni con il Napoli, uno in più nella Juventus. Due tricolori con gli azzurri, ben 6 con i bianconeri. A unire due club, due città e due culture c'è il suo nome: Ferrara è Ciro, ovunque e sempre

      Fabio Cannavaro

      Da bambino si fa fotografare a bordo campo con Diego Armando Maradona, poi nel Napoli fa il suo battesimo in Serie A. Nella Juve fa parte della difesa più forte del mondo, la scuola necessaria per comporre il muro di Berlino nel 2006

      Luca Fusi

      L'ultimo scudetto del Napoli nel 1990, il primo di Marcello Lippi alla Juventus nel 1995. Curiosamente, da bianconero non ha modo di affrontare la sua ex squadra

      Massimo Mauro

      Giustamente si vanta di avere goduto del privilegio di avere giocato con Michel Platini nella Juventus e Diego Armando Maradona nel Napoli. Ama aggiungere anche Zico ai tempi dell'Udinese e non è un dettaglio ininfluente

      Fabio Pecchia

      Nel 1997 la Juventus lo acquista dal Napoli, il club contro il quale gioca di più in carriera. Contro gli azzurri scende in campo in sostituzione di Zinedine Zidane, in un 2-2 che si fa ricordare per uno straordinario gol di Del Piero e per la prima rete italiana di Marcelo Danubio Zalayeta, un altro che militerà in entrambi le squadre

      Omar Sivori

      Torino e Napoli hanno delirato per lui, anche se il meglio – e anche l'inarrivabile – lo ha vissuto tutto la Juventus. Memorabile la sua tripletta nel 1959-60, in una gara vinta 4-2 al Comunale dai padroni di casa

      Paolo Di Canio

      A Napoli arriva per una breve stagione dopo 3 campionati alla Juve e trascorsi con Maifredi prima e Trapattoni poi. In un divertente 4-3 del 1992-93 è lui ad aprire le marcature, prima degli acuti di Platt, Ravanelli e Moeller

      José Altafini

      I napoletani non gli perdoneranno mai la rete del 1975, che permette alla Juve di vincere in extremis uno scontro diretto che fa naufragare il sogno del primo possibile scudetto partenopeo. Da allora, la vox populi lo bolla come “core 'ngrato”. Lui rivendica metà “colpevolezza” e indica come complice Dino Zoff, ex come lui, che nella stessa partita effettua una parata decisiva sul risultato di 1-1 

      Fabio Quagliarella

      Il primo napoletano (di nascita, è di Castellammare di Stabia) a segnare allo Stadium in un Juventus-Napoli determinante per la conquista del primo scudetto del M7th. Un 3-0 potente, rimasto nell'immaginario come una grande prova di forza della squadra di Antonio Conte

      Gonzalo Higuain

      L'ex che ti aspetti e che fa valere la sua legge inesorabile di goleador che non manca l'appuntamento più atteso. La scena del 2-1 del 2016-17 non è che la prima di un film con molti sequel, anche al San Paolo

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK