Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Difensori

 
   
  •   Testa
  •   Altro
  •   Destro
  •   Sinistro
 
 
  •  
  •  
  •  
    • Peso
    • Altezza
    • Classe
  •  

Questa pagina contiene le informazioni dettagliate sul profilo e la carriera di Stephan Lichtsteiner, difensore della Juventus.

Pagina Facebook

La carriera

  • Stagione Squadra Categoria reti
    2013/14 Juventus A 27/2
    2012/13 Juventus A 28/4
    2011/12 Juventus A 35/2
    2010/11 Lazio A 34/-
    2009/10 Lazio A 33/2
    2008/09 Lazio A 33/1
    2007/08 Lilla A 34/4
    2006/07 Lilla A 24/-
    2005/06 Lilla A 31/1
    2004/05 Grasshoppers A 27/2
    2003/04 Grasshoppers A 26/2
    2002/03 Grasshoppers A 25/-
    2001/02 Grasshoppers A 1/-
  • Stagione Squadra Nazionali Europee
    2013/14 Juventus 2/1 7/-
    2012/13 Juventus 2/- 6/-
    2011/12 Juventus 3/- -/-
    2010/11 Lazio 1/- -/-
    2009/10 Lazio 3/- 7/-
    2008/09 Lazio 6/- -/-
    2007/08 Lilla -/- -/-
    2006/07 Lilla -/- 3/-
    2005/06 Lilla -/- 5/-
    2004/05 Grasshoppers -/- -/-
    2003/04 Grasshoppers -/- 4/-
    2002/03 Grasshoppers -/- 2/-
    2001/02 Grasshoppers -/- -/-
  • Competizione Stagione
    Campionato Italiano 2013/2014
    Supercoppa Italiana 2013
    Campionato Italiano 2012/2013
    Supercoppa Italiana 2012
    Campionato Italiano 2011/2012

Stephan Lichtsteiner

Un terzino che fa della corsa e della resistenza le sue armi in più. Stephan Lichtsteiner, nato il 16 gennaio 1984 a Adligenswil (cantone di Lucerna),  è un vero maratoneta. Dopo gli inizi nelle giovanili di Adligenswil e Lucerna, il primo salto arriva con l’ingaggio da parte del Grasshoppers, il più vincente tra i club svizzeri. Ad appena 18 anni è già titolare fisso e contribuisce a vincere il campionato 2002/03, l’ultimo conquistato dalla squadra di Zurigo.

Nel 2005 un doppio cambio, di club e di nazione. Finisce in Francia, al Lille, dove conosce il grande palcoscenico europeo esordendo in Champions League. Dopo tre stagioni e oltre 100 partite giocate - segno di una grande continuità - è nuovamente tempo di cambiare.

Nel 2008 viene ingaggiato dalla Lazio e conosce il campionato italiano. Un’esperienza che si rivela subito positiva. Al termine della prima stagione vince la Coppa Italia. Gioca entrambe le gare di semifinale con la Juventus e nell’atto finale con la Sampdoria si toglie anche la soddisfazione di segnare uno dei rigori che decidono la sfida. Una gioia bissata pochi mesi dopo a Pechino con il successo nella Supercoppa Italiana con l’Inter. Anche la parentesi laziale si chiude dopo tre anni e con oltre 100 partite all’attivo (115 per la precisione, di cui 100 esatte in campionato).

Dopo essere stato in campo per l’ultima partita di Pavel Nedved (Juventus-Lazio datata 31 maggio 2009), ora ne ripercorre lo stesso cammino. Da Roma sponda Lazio a Torino sponda Juventus, esattamente 10 anni dopo.