Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Un calcio al razzismo

Il progetto, sviluppato in collaborazione con il Centro Unesco di Torino, esprime l'impegno della Juventus a promuovere i valori dello sport offrendo supporto tangibile ai giovani impegnati a combattere il razzismo.

Un Calcio Al Razzismo, progetto presentato nel 2009 e arrivato alla sua 4° edizione, prevede la consegna di due borse di studio del valore di 5.000€ ed è rivolto ai giovani tra i 18 e i 25 anni,  di nazionalità italiana o non, residenti in Italia e alle Associazioni di volontariato – ONLUS, operanti nella Regione Piemonte e iscritte al Registro Regionale del Volontariato che dovranno aver compiuto nel primo semestre del 2013 azioni significative a favore dell’integrazione e contro il razzismo e che dovranno allegare un progetto di impiego (entro il primo semestre del 2014) di una somma pari al premio percepito. Tale progetto deve prevedere azioni concrete volte a favorire l’integrazione ed eliminare la discriminazione etnica.

Il 21 marzo 2013, in occasione della Giornata Mondiale contro il Razzismo, in presenza di Patrick Gallaud, presidente di UNESCO-NGO e con il patrocinio dell’UNESCO di Parigi, si è svolta a Vinovo la cerimonia di consegna di una borsa di studio di 5.000 € al Primo Liceo Artistico di Torino che ha presentato il progetto “Partire/Restare", una borsa di studio per il valore di 2.500€ a Francesca Tesi per il progetto “Afro Girls Team” e una terza per il valore di 2.500€ all’Associazione  F. Marino Unicorno Style per il progetto 'Percorsi di Integrazione e Solidarietà'.

A supporto del progetto la Juventus ha realizzato un video che vede protagonisti Kwadwo Asamoah, Arturo Vidal e Claudio Marchisio, trasmesso allo stadio in occasione di tutte le partite casalinghe davanti a 41.000 persone e sui social media della società, visto ad oggi da 132.000 persone su YouTube e ripreso dalla CNN.

Scarica qui la locandina

Guarda il video "Juventus against racism" su Youtube

www.centrounesco.to.it