Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Storia

I fatti, gli eventi, gli aneddoti e i personaggi che hanno segnato la nascita e l’evoluzione della squadra di calcio più gloriosa d’Italia: la Juventus

Il ritorno al successo

Il ritorno al successo

Con il suo arrivo Andrea Agnelli porta cambiamenti profondi in società, rinnovando la struttura dirigenziale e chiamando a dirigere l’area sportiva Giuseppe Marotta, che diventerà anche amministratore delegato. Dopo una prima stagione di assestamento, la Juve è pronta per tornare ai vertici. 

Per l’annata 2011/12 la squadra è affidata a una bandiera bianconera, Antonio Conte, e dal mercato estivo arrivano nomi importanti, come Lichtsteiner, Vucinic, Vidal e, soprattutto, Andrea Pirlo. Nonostante gli acquisti però i favori del pronostico vanno ad altre squadre, Milan in testa, ma sin dalle prime giornate si intuisce che qualcosa è cambiato rispetto agli anni precedenti.

Innanzi tutto lo stadio: i bianconeri ora hanno una casa tutta loro, lo Juventus Stadium. Un gioiello di modernità, nel quale il pubblico, a ridosso del campo, diventa davvero il 12° uomo. E poi il gioco: Conte riesce a dare ai suoi uomini aggressività e qualità, coniugando spettacolo e risultati. La Juve marcia spedita e non si ferma. Mai. Chiude il campionato imbattuta, trionfa vincendo lo scudetto per la trentesima volta e capitan Del Piero chiude la sua fantastica avventura in bianconero, alzando al cielo l’ennesima coppa. 

La società intanto continua a mietere successi anche fuori dal campo. Viene lanciato, per la stagione successiva, il Liceo Juventus: un progetto innovativo, riservato ai ragazzi del Settore Giovanili, per permettere loro di conciliare al meglio gli impegni sportivi e le esigenze scolastiche. E poi ecco il J-Museum, che viene inaugurato pochi giorni dopo la conquista del tricolore, e che, sorgendo a fianco della stadio, crea un ideale filo conduttore tra una straordinaria storia già vissuta e una leggenda ancora tutta da scrivere.

Conte e i suoi uomini centrano anche la finale di Coppa Italia, dove si arrendono al Napoli, ma si riscattano neanche due mesi dopo, quando a Pechino, proprio contro i partenopei, vincono la Supercoppa Italiana

E' il primo successo della nuova stagione che vedrà i bianconeri tornare a confrontarsi con le grandi d’Europa, arrivando sino ai quarti di Champions League, e soprattutto centrare il secondo scudetto consecutivo, arrivato con tre turni di anticipo dopo una cavalcata trionfale, condotta in testa dalla prima all’ultima giornata.