Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Coppa Italia

Il torneo nasce nel 1922, ma presto viene sospeso per poi tornare a essere giocato nella stagione 1935/36. Si ferma ancora per il conflitto mondiale e si riprende a giocare con continuità dal 1958. Nel 1960 la Federazione ordina allo studio dell’orafo milanese Faraone il trofeo, placcato in oro e montato su un blocco di marmo nero del Belgio. Dalla stagione 2002/03 il trofeo, che dall’anno precedente si chiama Tim Cup, cambia volto: il sostegno di marmo viene sostituito con uno tondo e più leggero. Dalla stagione 2001/02 la manifestazione assume la denominazione di Tim Cup.

Flash Coppa Italia

Coppa Italia 1959

È la stagione 1958-59: la Juve, campione d’Italia per la decima volta l’anno prima, tenta nuovamente la scalata alla Coppa. Negli ottavi è meno semplice del previsto avere ragione dell’Alessandria, che crolla soltanto nei supplementari (6-2). Poi, nei quarti, la Fiorentina paga pedaggio al Comunale, dando via libera a una Juve sciolta e volitiva. Segna Stivanello nel primo tempo, raddoppia Charles, poi un gol di Petris per i viola e il suggello di Sivori per la Juve fanno 3 a 1. Semifinale conquistata. Ancora a Torino, avversario il Genoa di Frignani e Barison. Proprio il giovane, massiccio attaccante rossoblù segna il momentaneo pareggio dopo che la Juve era passata in vantaggio con un rigore di Cervato. Ma nella ripresa ci pensano Sivori e Nicolè a ristabilire le distanze.

Un altro 3 a 1 che vuol dire finale. Passano cinque mesi prima di vedere assegnata la coppa. San Siro ospita il 1 settembre ‘59, come aperitivo al campionato, la classica sfida Juve-Inter con in palio il trofeo. L’Inter di Bolchi, Firmani e Angelillo contro la Juve di Boniperti, Sivori e Charles. Stadio stracolmo e festante e spettacolo all’altezza delle più rosee aspettative. La Juve che ha perso per dabbenaggine il secondo scudetto consecutivo e che vuole riprendersi il tricolore gioca una gara tutta d’attacco e fa valere la classe superiore dei suoi solisti. Charles e Cervato portano i bianconeri sul 2 a 0, Bicicli dimezza le distanze prima del riposo. Poi, è solo Juve: di Sivori il 3-1, di Cervato su rigore il definitivo 4-1. Terza Coppa Italia in bacheca.

La Squadra

  • GIOCATORI:
  • Mattrel
  • Vavassori
  • Corradi
  • Charles
  • Colombo
  • Boniperti
  • Emoli
  • Garzena
  • Sivori
  • Stacchini
  • Stivanello
  • Nicolè
  • Ferrario
  • Castano
  • Fuin
  • Palmer
  • Leoncini
  • Stacchino
  • Aggradi
  • Cervato
  • Sarti
  • ALLENATORI
  • Depetrini Teobaldo
  • Parola Carlo (finale)