Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Coppa Italia

Il torneo nasce nel 1922, ma presto viene sospeso per poi tornare a essere giocato nella stagione 1935/36. Si ferma ancora per il conflitto mondiale e si riprende a giocare con continuità dal 1958. Nel 1960 la Federazione ordina allo studio dell’orafo milanese Faraone il trofeo, placcato in oro e montato su un blocco di marmo nero del Belgio. Dalla stagione 2002/03 il trofeo, che dall’anno precedente si chiama Tim Cup, cambia volto: il sostegno di marmo viene sostituito con uno tondo e più leggero. Dalla stagione 2001/02 la manifestazione assume la denominazione di Tim Cup.

Flash Coppa Italia

Coppa Italia 1979

Nel 1978-79, una stagione non esaltante in campionato e finita troppo presto in Coppa dei Campioni, la Coppa Italia propone alla Juve un cammino non facile sin dall’inizio, ma risulta decisivo lo 0-0 con la Fiorentina, unica avversaria temibile nel raggruppamento preliminare. Poi, avanti con la vecchia formula dell’eliminazione diretta e quarti in aprile contro l’Inter: il 3-1 di Torino riduce i rischi del ritorno. L’Inter vince 1-0, avanti la Juve. Semifinale a maggio con il sorprendente Catanzaro: dopo l’1-1 in Calabria, arriva un tranquillo 4-2 a Torino e la finale è conquistata senza problemi

Si gioca a Napoli, avversario il Palermo, protagonista di una serie di risultati brillanti quanto inattesi. Il 20 giugno sembra una passeggiata per la Juve, ma le cose vanno ben diversamente. I rosanero aggrediscono i bianconeri e vanno al riposo sull’1-0. nella ripresa il Palermo regge bene l’urto della Juve che, nonostante l’inferiorità numerica per un’espulsione, riesce a pareggiare al 90’ con Brio. Supplementari caldissimi e gol-vittoria di Causio quando già si profilava l’incubo-rigori. Arriva così la sesta coppa Italia per la Juve.

La Squadra

  • GIOCATORI
  • Zoff
  • Bettega
  • Causio
  • Scirea
  • Tardelli
  • Gentile
  • Benetti
  • Cuccureddu
  • Furino
  • Cabrini
  • Virdis
  • Fanna
  • Morini
  • Verza
  • Brio
  • Boninsegna
  • ALLENATORE
  • Trapattoni Giovanni