Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

Scudetti

Il primo campionato di calcio risale al 1898. L’introduzione dei gironi avvenne con il campionato 1909/10. Nel 1929/30 con l’avvento del “girone unico” nasce il calcio moderno. Dal campionato 1994/95 la vittoria vale tre punti. La coppa dei Campioni d’Italia si assegna dalla stagione 1960/61 e dal 2004/05 si consegna sul campo ai vincitori.

Flash Scudetti

Scudetto 1958

Dopo alcune annate modeste, il '57-58 è nuovamente una stagione trionfale. Durante l’estate il giovane presidente Umberto Agnelli ha messo a segno due colpi eccezionali di mercato, portando in bianconero il centravanti gallese John Charles e il fuoriclasse italo-argentino Omar Sivori.

Charles conquista subito i fans con giocate di irresistibile potenza, e inoltre è forte di testa e partecipa alla manovra. Boniperti, Sivori e Charles trascinano la squadra sin dalla prima domenica: segnano un gol a testa al Verona, poi Charles risolve alla sua maniera la partita di Udine. E il 13 ottobre '57 è del gallese il gol con cui la Juve torna a imporsi in un derby. Due gol all'Inter nel 3-1 del 27 ottobre, tre all'Atalanta il 15 dicembre e altri tre alla Sampdoria l'8 gennaio: è Charles il primo dei due fuoriclasse a incantare. E non a caso, a conti fatti, è l'apporto del gallese il più significativo nella conquista dello scudetto della stella: 28 reti contro le 22 di Sivori. Ma Omar sa incantare con giocate d’inattesa spettacolarità. Come a Milano, contro l'Inter, il 20 ottobre del '57. Nicolè crossa da destra, Sivori è marcatissimo, si lancia sulla traiettoria ma viene spintonato e cade. E mentre cade aggancia il pallone con il sinistro e , da terra, beffa il portiere. Un gioco di prestigio.

Intanto è scudetto numero dieci. Scrive "Lo sport illustrato", maggior settimanale sportivo del tempo, diretto da Emilio De Martino: "I bianconeri di quest'anno meritano tutti l'entusiasmo del pubblico, dal giovanissimo portiere, Mattrel, che è stato, si può dire, la sorpresa della squadra torinese, al veterano Ferrario, tanto discusso in questi ultimi tempi e che quest'anno quando è stato necessario avere anche cuore, ha disputato partite maiuscole degne dei suoi tempi d'oro. La prima linea dei bianconeri è poi spettacolosa ed è specialmente per essa che il gran pubblico ha affollato gli stadi. Come non scattare in piedi quando partono Sivori, Charles, Boniperti e a volte anche Stacchini e Nicolè? Mi è piaciuta quest'anno la combattività di Boniperti, che raramente ha avuto battute a vuoto".

La Squadra

  • GIOCATORI
  • Mattrel
  • Viola
  • Corradi
  • Garzena
  • Emoli
  • Ferrario
  • Colombo
  • Montico
  • Boldi
  • Turchi
  • Patrucco
  • Nicolè
  • Boniperti
  • Charles
  • Sivori
  • Stacchini
  • Stivanello
  • ALLENATORE
  • Brocic Ljubisa