Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

16 mar 2014 - in: Serie A

Conte: «E' una Juve incredibile»

«Il nostro obiettivo primario è regalare il terzo scudetto consecutivo al Presidente e ora andremo a Firenze per cercare anche di passare il turno in Europa League»

Dopo la vittoria in campionato contro la Fiorentina Conte aveva parlato di scudetto conquistato al 50 %, ma dopo il successo di Marassi contro il Genoa il tecnico, preferisce «non dare percentuali che potrebbero non rivelarsi veritiere. E' inevitabile che venire a Genova e vincere contro una squadra che ha fatto la partita della vita è molto importante. I giocatori iniziano a essere stanchi e solo una grande squadra poteva vincere oggi qui, nonostante anche qualche episodio discutibile».

Il Genoa ha corso moltissimo riducendo al minimo le possibilità per Llorente e Osvaldo: «I difensori erano molto aggressivi, ma loro hanno tenuto palla cercando di giocare, Potevano essere più precisi nell'ultimo passaggio, ma sono stati molto bravi sia in fare offensiva che difensiva».

Il successo di Marassi è prezioso non solo per la classifica, ma anche perché lancia un messaggio chiaro agli avversari: «Viaggiando a questi ritmi straordinari può subentrare sconforti in chi insegue perché abbiamo 75 punti ed è qualcosa di incredibile. Il nostro obiettivo primario è regalare il terzo scudetto consecutivo al Presidente e ora andremo a Firenze per cercare anche di passare il turno in Europa League».

E contro i viola potrebbe rendersi necessaria qualche rotazione: «Il problema che ha avuto Barzagli oggi dev'essere di esempio -conclude Conte -Veniva da un infortunio al polpaccio e lo avevamo fatto rifiatare giovedì per averlo oggi e invece si è dovuto fermare lo stesso. Questo dovrebbe far capire quanto sia importante il turnover».