Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

16 dic 2012

Conte: «Una vittoria per Ale&Ricky»

Il tecnico bianconero dedica il successo sull’Atalanta ai due ragazzi scomparsi nel 2006. «Siamo sempre vicini alle loro famiglie»

È stato un “doppio” ritorno a casa da ricordare per Antonio Conte. Dopo la gara di mercoledì in Coppa Italia con il Cagliari, il tecnico bianconero riceve un’altra accoglienza super da tutto lo Juventus Stadium anche in occasione della sfida con l’Atalanta.

La coreografia della Curva Sud è l’emblema della giornata. Dedicata al ritorno del mister, ma soprattutto al ricordo di Alessio Ferramosca e Riccardo Neri, di cui ieri si è celebrato il sesto anniversario della scomparsa. Il netto 3-0 sull’Atalanta è dedicato a loro. «Mi sono commosso quando ho visto lo striscione per Alessio e Riccardo – confessa Conte nel post gara -. Rimarranno sempre nei nostri cuori e siamo vicini alle loro famiglie. Invece, devo essere sincero, non ho visto la coreografia per me, sono entrato in campo un po’ in ritardo, ma so quanto è straordinario l’affetto che i tifosi dimostrano nei confronti miei e della squadra. Noi cerchiamo di ripagarli tutte le volte che scendiamo in campo e oggi ci siamo riusciti bene. L’Atalanta è una squadra “ammazzagrandi” e l’ha dimostrato battendo Milan, Napoli e Inter, e noi l’abbiamo affrontata con l’approccio giusto. Abbiamo giocato con la fame e con le motivazioni che a noi non devono mancare mai. Stiamo facendo molto bene, abbiamo già i punti dell’anno scorso e ora cerchiamo di fare bene queste due gare prima della fine del girone d’andata. C’è ancora tanta strada da percorrere, noi vogliamo continuare a essere protagonisti in campionato, in Coppa Italia e in Champions. E per farlo dobbiamo solo continuare a lavorare».