Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

16 ott 2011

Bonucci: «Intensità, sempre»

«Vincendo avremmo aggiunto un altro mattoncino alla nostra casa, ma abbiamo comunque avuto un ottimo approccio alla gara»

Titolare contro il Milan, titolare in Nazionale contro la Serbia, titolare a Verona contro il Chievo. Leonardo Bonucci ha saputo aspettare il suo momento e ora si sta ritagliando uno spazio importante  nella Juventus di Conte, nonostante i rumors che, in estate lo volevano in procinto di partire per la Russia, destinazione San Pietroburgo: «La mia volontà è sempre stata quella di rimanere alla Juventus -spiega paziente, per l’ennesima volta, il difensore - Si era aperta una trattativa con lo Zenit, ma sia io che la società abbiamo ritenuto opportuno continuare insieme e ora sta a me continuare a crescere».

Dopo la partita contro il Chievo, lo stato d’animo è diviso tra la soddisfazione per la gara condotta dai bianconeri e la delusione per il risultato:  «Sapevamo che sarebbe stata un partita difficile. Il Napoli qui aveva perso e il fatto che il Chievo abbia 9 punti in classifica dimostra che si tratta di un’ottima squadra. Il rammarico c’è, perché vincendo oggi avremmo aggiunto un mattoncino alla casa che stiamo costruendo. Però siamo contenti dell’ottimo approccio alla partita che abbiamo avuto. Essere ancora primi ci dà convinzione, ma dobbiamo lavorare su noi stessi  senza guardare ai risultati delle altre squadre e mettere in campo sempre l’intensità che ci ha contraddistinto in questo avvio di campionato».