Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

16 set 2012

Vucinic, altro che top player...

Il montenegrino a Genova entra nella ripresa e firma un gol e due assist. «Abbiamo cambiato la partita tutti insieme, non solo noi entrati dalla panchina».

Due assist e un gol in 23 minuti netti. Basterebbe questo a definire la gara di Vucinic contro il Genoa. Ma in realtà l’impatto del montenegrino sulla partita di Marassi è stato ancora più devastante di quanto non dicano le statistiche. Mirko ha spaccato in due la partita, dato sicurezza ai compagni e mandato in crisi la difesa rossoblu con la sua sola presenza. La definizione di top player, tanto sbandierata sui giornali, per uno come lui suona quasi offensiva. Il montenegrino è un campione assoluto, ma da leader qual’è divide giustamente i meriti con i compagni: «Abbiamo cambiato la partita tutti insieme, non solo noi entrati dalla panchina. Se non gira uno, non gira tutta la squadra, invece abbiamo ribaltato l’inerzia della gara, giocando con un atteggiamento diverso. Il rigore? Me l’ha offerto Sebastian, gli ho chiesto se volesse tirare lui, ma me l’ha lasciato. Ora pensiamo al Chelsea, un’altra gara fondamentale».