Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

19 gen 2013

Conte: «Nessuno ha notato le assenze»

Il tecnico soddisfatto per il 4-0 all’Udinese. «Noi dipendiamo dal gioco e non dai singoli»

È tornata la Juve. Non tanto per il gioco e la prestazione, ma per il risultato. Dopo le sfide con Sampdoria e Parma, i bianconeri riassaporano il successo grazie al netto 4-0 sull’Udinese. Una prova maiuscola, in cui la squadra di Conte ha corretto anche quei difetti che erano costati cari nelle prime due gare del 2013.

È la serata di Pogba, autore di due prodezze da copertina, ma per Antonio Conte è soprattutto la serata della sua Juve e del gruppo. «Paul è la dimostrazione che il talento si esalta quando c’è l’organizzazione. Oggi avevamo tanti assenti, ma nessuno se ne è accorto. Abbiamo suonato lo stesso spartito, confermando che noi dipendiamo dal gioco e non dai singoli. Sono contento perché ho ragazzi disponibili che lavorano con grande intensità e attendono il loro turno. Qui non ci sono seconde linee, ho tutti titolari, poi devo fare delle scelte e mettere in campo la formazione che ritengo migliore. Quando cambia tanti giocatori ma vede che la mentalità resta la stessa, un allenatore può davvero essere soddisfatto».