Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

13 nov 2010

Marotta: «Tanti episodi dubbi»

«Siamo risentiti, perché a fronte di una prestazione più che positiva, nonostante gli infortuni, nutriamo...

«Siamo risentiti, perché a fronte di una prestazione più che positiva, nonostante gli infortuni, nutriamo tanti dubbi su alcune situazioni». Giuseppe Marotta è visibilmente contrariato al termine della partita contro la Roma. Il pareggio va stretto ai bianconeri, per quanto fatto in campo e anche per gli episodi che hanno condizionato la gara, primo fra tutti il rigore concesso ai giallorossi: «Si è verificata esattamente la stessa situazione in Milan-Palermo di mercoledì scorso, con Boateng che è andato a saltare su una punizione di Miccoli, ma in quell’occasione non è stato concesso alcun rigore. Chiediamo che ci sia uniformità di giudizio, perché sul campo ci stiamo guadagnando molto più di quanto dica la classifica».

Riguardo all’episodio del rigore Marotta ribadisce poi che «la regola 18 è quella del buonsenso. Ho visto il replay decine di volte: Pepe salta di schiena, e la punizione di Totti è potente e ravvicinata. Basta conoscere le leggi della biodinamica per capire che se un giocatore salta, ruotandosi, le braccia si muovono per forza. Quel rigore ha condizionato molto i giocatori. Anche nell’intervallo non parlavano d’altro e credo proprio che se non fosse stato fischiato avremmo condotto la gara in porto. Compensazione per il rigore non assegnato a Mexes? Se così fosse, sarebbe ancora peggio». Al di là dell’episodio del rigore, ci sono anche altri motivi di rammarico: «Nel finale di gara siamo stati privati, su un calcio di punizione a nostro favore di Chiellini, uno dei nostri più forti colpitori di testa, perché aveva la benda insanguinata… La prestazione arbitrale è largamente insufficiente».

C’è un ultimo episodio che lascia perplessi: Borriello che, a palla lontana, scalcia Chiellini: «Preferisco non commentare, perché riguarda la Roma. Chiedo però uniformità di giudizio anche a livello televisivo».