Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

02 dic 2010

Storari: «A Catania con grande convinzione»

Con il rimpianto di aver dovuto abbandonare anzitempo l’Europa League, ma con la convinzione di essere...

Con il rimpianto di aver dovuto abbandonare anzitempo l’Europa League, ma con la convinzione di essere in crescita costante. Così la Juventus ha voltato pagina dopo la partita in Polonia e ha già iniziato a pensare al prossimo impegno di Catania.

A fare il punto ci ha pensato Marco Storari. Il portiere è stato ospite negli studi di Juventus Channel per registrare la puntata settimanale di “Protagonisti” (in onda questa sera alle 20.30) e con l’occasione ha parlato del momento in casa bianconera. A partire dalla sfida con il Lech di cui è stato “infreddolito” spettatore: «Dispiace per come è finita, era una partita che potevamo vincere. La squadra polacca non era certo alla nostra altezza, ma le condizioni climatiche hanno avuto la meglio e non ci hanno permesso di dimostrare i nostri valori».

La nota positiva dalla trasferta di Poznan è stato l’allungamento della serie positiva che dura dalla fine di settembre. La Juve cresce e questo non può che far piacer al portiere romano: «Stiamo raggiungendo una convinzione che ci dà la forza per fare punti e partite positive. Quello che ha ricercato il mister da inizio stagione ora sta portando i frutti sperati. In campionato siamo consapevoli di voler stare in alto in classifica. Chi sta alla Juve sa che deve giocare per certi traguardi. Quale sarà la posizione lo sapremo alla fine, di sicuro lotteremo fino in fondo per stare lassù».

Domenica si torna in campo. Ancora in notturna, ma la temperatura di Catania sarà decisamente più alta di quella di Poznan. Un clima che sarà caldo visto un ambiente che Storari, in quanto ex Messina, conosce bene: «Andremo a giocare su un campo difficile, contro una squadra organizzata che ha un allenatore bravo e preparato. I loro tifosi daranno una spinta in più alla squadra. Dovremo affrontare la gara con grande determinazione e convinzione».