Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

20 feb 2014 - in: Europa League

Osvaldo: «Felice per il gol, mi sono adattato subito»

Alla prima da titolare, Pablo Daniel non perdona e si presenta visibilmente soddisfatto ai microfoni dei giornalisti.

Ci era andato vicino all’esordio in campionato contro il Verona, colpendo un palo clamoroso. Finalmente anche per lui è arrivata la prima gioia bianconera: Pablo Daniel ha il merito di sbloccare una partita difficile, in cui era fondamentale mettere quanti più gol possibile per affrontare il ritorno a Trebisonda con più tranquillità.  

«E’ stato bello, per il risultato soprattutto e poi chiaramente sono felice per il gol», ha dichiarato il neobianconero a fine gara ai microfoni di Sky.

Nonostante Dani e il suo idolo alla Bombonera, Carlitos Tevez, giochino assieme da meno di un mese, sembra che i due non possano intendersi meglio in campo.«E’ facile giocare con Carlitos», ha detto il numero 18 della Juve «Non solo per me, ma sarebbe facile per qualsiasi giocatore».

Quei due lì davanti sono argento vivo: non hanno smesso un attimo di correre e venire incontro al pallone, contrastando gli avversari fino ad effettuare recuperi decisivi per il corso dell’incontro.  «Muovermi molto è un po’ una mia caratteristica», ha spiegato Osvaldo. «Non mi piace stare fermo a aspettare palla. Ma è anche quello che chiede il mister, sinceramente, e mi sono adattato da subito».

A furia di gol, Dani cercherà di convincere Prandelli a portarlo in Brasile per la prossima Coppa del Mondo. La Juve, come ha detto nei giorni passati il Capitano Buffon, può essere per lui il trampolino di lancio perfetto.  «Ci spero tanto, è il mio obiettivo quest’anno e ce la metterò tutta», ha concluso Osvaldo.