Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

23 gen 2013

Barzagli: «Un pareggio che lascia l’amaro in bocca»

«Avremmo meritato la vittoria, probabilmente anche con più di un gol di scarto»

«E’ un pareggio che ci lascia parecchio amaro in bocca, perché arrivato allo scadere, ma anche perché avremmo meritato di vincere, probabilmente anche con più di un gol di scarto». Andrea Barzagli non nasconde la delusione per l’1-1 con la Lazio, ma è anche conscio del fatto che la Juve anche in Coppa Italia, così come in campionato, si sia dimostrata superiore ai biancocelesti: «Evidentemente è destino che quest’anno contro la Lazio in casa non ci dica bene. Peccato, perché oggi eravamo partiti bene e abbiamo sofferto un po’ solo nel finale di primo tempo, senza concedere comunque nulla. Nella ripresa però siamo passati in vantaggio e avremmo meritato un parziale più ampio. Marchetti ha fatto delle parate straordinarie e ci sono stati due o tre rimpalli in area nei quali non siamo stati fortunati. Abbiamo subito il pareggio su un nostro errore e dispiace, perché Storari non aveva dovuto praticamente fare parate per tutta la partita».

La prestazione della Juve in ogni caso è confortante, specie se si considerano le tante assenze: «Siamo un gruppo dove tutti si mettono a disposizione e oggi si è visto. Tutti hanno giocato un’ottima gara». Barzagli elogia quindi due compagni in particolare, Peluso e Marrone: «Federico si è inserito subito bene e oggi ha anche segnato. Luca ha grande qualità. E’ bravo sull’uomo  e fisicamente tiene il contatto. E’ molto bravo a centrocampo, ma sa adattarsi bene anche in difesa. Quando potrà giocare più spesso troverà anche continuità e sarà il futuro della Juve».

Tornando alla doppia sfida contro la Lazio, la Juve ora dovrà giocarsi la qualificazione a Roma, ma i bianconeri non mollano certo: «Vogliamo andare avanti in tutte le competizioni. Non ne mettiamo certo una davanti all’altra. Io poi ho 32 anni, sono arrivato in un club dove posso vincere e voglio farlo il più possibile».