Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

24 nov 2013 - in: Serie A

Conte: «Un altro mattone»

«Abbiamo avuto il giusto approccio e non abbiamo rischiato nulla, trovando una vittoria importante»

Cinque vittorie consecutive senza subire reti e primato in classifica ritrovato, anche se si deve ancora aspettare il risultato della Roma. Antonio Conte gongola per «aver messo un altro mattone importante» nella costruzione della stagione bianconera.

E non era semplice farlo contro un Livorno ben allenato e tatticamente accorto: «La squadra mi è piaciuta – sottolinea il tecnico – Venendo dalla partita con il Real e da quella con il Napoli, un po' di superficialità e di presunzione ci poteva stare. Invece l'approccio è stato giusto, non abbiamo rischiato nulla e abbiamo trovato una vittoria importante. Era importante continuare a non prendere gol e nonostante le defezioni la difesa si è comportata benissimo. Vidal? Evidentemente è quello il suo ruolo... così almeno posso far giocare tutti i centrocampisti», scherza Conte, che torna subito serio per dedicare un doveroso pensiero ad Andrea Luci, il capitano del Livorno che nei giorni scorsi ha reso nota una grave patologia che ha colpito suo figlio: «Chi è padre sa l'amore che si prova per i propri bambini. Quando io giocavo Andrea era nella Primavera della Juve e quando ho iniziato ad allenare, l'avrei voluto ad Arezzo, a Bari e a Siena, perché è forte tecnicamente e ha un grande cuore, gli sono vicino e gli auguro il meglio, a lui e alla sua famiglia».

Tornando alla gara Conte elogia la capacità della squadra di sbloccare la partita nel secondo tempo: «Quando gli avversari si difendono in dieci si deve attaccare, ma evitare anche di subire i contropiedi. Nel primo tempo non facevamo i movimenti giusti e nella ripresa siamo stati bravi ad allargare le maglie difensive e a trovare i gol con due situazioni provate più volte in allenamento».

Ora l'Europa, con la sfida contro il Copenaghen: «Tutto è in mano nostra ed è un bene, perché non è piacevole quando dipendi dai risultati delle altre. Se saremo bravi andremo avanti, se no dovremo migliorare e riprovarci. Noi però abbiamo voglia di continuare in Champions...».