Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

26 ago 2012

Lichtsteiner, una piacevole abitudine

Lo svizzero apre le marcature come lo scorso anno: «Più dell’inizio del campionato mi interessa la fine...»

Un gol per inaugurare il campionato bianconero. Per Stephan Lichsteiner, segnare alla prima partita, prima di tutti, sta diventando una piacevole abitudine. E visto che l’avversario era lo stesso dello scorso anno, la cabala contagia anche lo svizzero: «Più che l’inizio, mi interessa finisca come lo scorso anno, con la vittoria dello scudetto», spiega il terzino. La strada è ancora lunga e un perfezionista come Stephan non si accontenta del risultato: «Abbiamo vinto e siamo contenti, perché era il nostro obiettivo, ma nel primo tempo non si è vista la vera Juve. Merito del Parma, certo, che ha giocato un’ottima gara, ma dobbiamo ancora lavorare. Nella ripresa siamo cresciuti, anche perché avendo sbloccato il risultato, trovavamo più spazi».

Inevitabile la domanda sull’assenza di Conte in panchina: «Il mister è importante per noi e quando ci è vicino sa trovare le parole giuste per caricarci, ma abbiamo dimostrato di conoscerci bene ormai e di riuscire anche a sopperire alla sua assenza».