Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

29 gen 2013

Conte: «Meritavamo di più»

«L’occasione finale pesa in modo decisivo, perché ci saremmo qualificati se fosse andata diversamente, ma chi vince ha sempre ragione»

«Nei 180 minuti abbiamo sicuramente meritato di più, ma chi vince ha sempre ragione. E’ passata la Lazio e i complimenti vanno a loro». Antonio Conte è ovviamente deluso al termine della semifinale di ritorno di Coppa Italia e riconosce sportivamente i meriti degli avversari. Allo stesso tempo però non può non sottolineare come la sua Juve abbia cercato la vittoria con più convinzione rispetto agli avversari: «L’occasione finale pesa in modo decisivo, perché ci saremmo qualificati se fosse andata diversamente. I ragazzi hanno fatto un’ottima partita, ma il calcio è questo e non possiamo che prenderne atto. Bisogna saper perdere».

Non manca la domanda sugli episodi da rigore e Conte risponde con ironia: «Vucinic si butta sul contato di Marchetti, mentre era nettissimo il fallo di Isla su Klose e Giovinco andava espulso...».

Tornando all’analisi della gara, a chi gli chiede il motivo del mancato utilizzo di Matri contro la difesa fisica dei laziali, il tecnico spiega: «Matri ha avuto 38 e mezzo di febbre sino a ieri e quindi non avevo altre soluzioni. Quagliarella ha comunque fatto bene quando è entrato. Marrone? Io per lui vedo un grande avvenire da centrale difensivo, ma ha fatto bene anche a centrocampo. Sono contento di come si è espressa la squadra. Sappiamo benissimo dove siamo mancati in quest’ultimo periodo. Sono sereno, perché so di poter contare su un gruppo che sa fare le sue valutazioni e se è il caso invertire la rotta».