Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

02 set 2012

Marotta: «In 11 contro 11, più soddisfazione»

«L’espulsione di Brkic è stata ingiusta. Avremmo preferito vincere in parità numerica»

«Siamo venuti al Friuli per vincere. Averlo fatto in superiorità numerica non ci rende felici, avremmo preferito riuscirci armi pari». Con grande onestà intellettuale Giuseppe Marotta, al termine della partita contro l’Udinese, sottolinea come l’espulsione di Brkic dopo pochi minuti abbia falsato i valori in campo: «L’espulsione del portiere ha condizionato la gara e onestamente la ritengo eccessiva. Per il rigore c’erano gli estremi, ma del resto con gli assistenti di porta prolifereranno rigori ed espulsioni. Sono favorevole a questo nuovo metodo di valutazione, ma sono contrario ad un’espulsione che crea disparità e crea un danno anche a chi vince. Siamo felici di avercela fatta, ma avremmo voluto farlo 11 contro 11. Nelle prossime assemblee dovremmo aprire un dialogo con la CAN per modificare questa regola o per indicare agli arbitri di avere un atteggiamento diverso, perché lo spettacolo viene penalizzato».

La prestazione della Juve è comunque stata di primo livello e Sebastian Giovinco ha dettato legge al Friuli: «Era già stato tra i migliori dello scorso campionato. Il cambiamento di maglia ha comportato responsabilità in più e doveva avere il tempo di inserirsi. Con il lavoro settimanale troverà anche la continuità».