Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

31 ott 2012

Giaccherini: «Gioco e vittorie, questa è la Juve»

«Questa squadra pratica il miglior calcio d’Italia e in più ha un ruolino di marcia ottimo. Oggi abbiamo meritato, anche se potevamo chiudere prima la gara»

Non poter contare contemporaneamente su due campioni del calibro di Marchisio e Vidal, per qualsiasi squadra sarebbe deleterio. Per la Juve no. Perché i meccanismi di gioco sono collaudati, perché tutti remano nella stessa direzione, ma anche perché al loro posto i bianconeri possono schierare gente come Pogba e Emanuele Giaccherini. E se il francese, con il gol partita, si è meritato  tutti i titoli dei giornali, l’ex cesenate non è stato da meno, con l’assist per la rete di Quagliarella e con una prova di grande intensità: «Chi gioca meno in questa squadra so comunque farsi trovare pronto - sottolinea Emanuele - Oggi poi il Bologna aveva un assetto tattico che permetteva a noi mezz’ale di essere nel vivo del gioco. Siamo stati bravi ad allargarci e a favorire gli inserimenti degli attaccanti».

La Juve ha dominato dall’inizio alla fine, eppure la vittoria stava per sfuggirle: «Abbiamo meritato il successo e ne siamo felici. L’unico rammarico viene dal fatto che non siamo riusciti a chiudere la partita sull’1-0 e in questi casi può succedere di tutto. Oggi siamo partiti subito forte e abbiamo lottato su ogni pallone. Loro, in fondo, hanno fatto solo un tiro in porta».

Qualcuno dice che rispetto allo scorso anno, la Juve giochi un calcio meno spettacolare, ma Giaccherini non è d’accordo: «Siamo la squadra che pratica il miglior calcio in Italia e in più vinciamo. Su 10 partite abbiamo ottenuto nove successi e un pareggio. E’ un ottimo ruolino di marci a e io mi diverto molto a giocare qui».