Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

31 ott 2012

Pogba da paura!

Il francese gioca una partita fenomenale, entra nell’azione del primo gol e, a tempo scaduto regala alla Juve un successo meritatissimo, ma che le stava sfuggendo di mano

Nella notte delle streghe, gli incubi del Bologna si materializzano all’ultimo minuto e hanno il volto di Paul Labile Pogba. Il francese al 47’ regala alla Juve un successo più che meritato ma che i bianconeri si stavano incredibilmente lasciando sfuggire di mano. Il purissimo talento del francese fa giustizia per la Juve e anche per se stesso. Perché al di là del gol risolutore, la sua è stata una prova maiuscola, che non ha fatto rimpiangere le pesanti assenze a centrocampo, dove erano venuti a mancare in un colpo Vidal e Marchisio.

Proprio grazie alla classe del francese e  al dinamismo di Giaccherini, la Juve inizia subito a martellare e Agliardi, nei primi cinque minuti, deve intervenire sui tiri da fuori dell’ex cesenate e di Quagliarella.

Dalla destra arrivano i pericoli maggiori, con i cross rasoterra del francese e di Isla, il cui tentativo,  al 13’ attraversa tutta l’area piccola, complice un liscio di Cherubin che riesce solo a deviare in angolo. Sul corner Pogba andrebbe anche in rete di testa, ma il fischio di Romeo, che ravvisa un fallo in area, vanifica la giocata.

Ancora Pogba protagonista al 15’: servito al limite da Giaccherini controlla e lascia partire un sinistro morbido e angolato che Agliardi può solo guardare, ma che si infrange sul palo.

L’assedio continua. Quagliarella calcia dal limite forte, ma centrale. Pirlo prova una punizione delle sue, deviata dalla barriera. Fioccano gli angoli, ma la difesa rossoblu è sempre attenta.

La pioggia che cade senza sosta sullo Juventus Stadium può essere un’arma in più e Bendtner cerca di sfruttare il pallone reso viscido e pesante, sparando dai trenta metri un siluro che Agliardi mette in angolo a fatica. Pogba torna protagonista al 42’, con una deviazione aerea su punizione di Pirlo, fuori di pochissimo.

Il Bologna in avanti non si vede mai, ma il dominio non basta ai bianconeri per sbloccare il risultato ad andare al riposo in vantaggio. In avvio di ripresa gli ospiti provano a uscire dal guscio, con un destro di Pazienza deviato in angolo da Bonucci. A spegnere immediatamente ogni velleità rossoblu ci pensa Quagliarella, prima con un diagonale  bloccato in due tempi da Agliardi, poi con il meritatissimo gol del vantaggio. L’azione è splendida e parte dai piedi di Pogba che pennella in area per la testa di Giaccherini, sponda perfetta, tocco di prima dell’attaccante e palla in rete.

La Juve non si accontenta e l’intesa tra le punte cresce con il passare dei minuti. Al 13’ Bendtner con un pregevole pallonetto mette Quagliarella in condizione di calciare al volo, ma questa volta Agliardi respinge. Dieci minuti dopo, scambio di favori, con il danese anticipato al momento di battere a rete.

I bianconeri abbassano il ritmo e il Bologna inizia a farsi vedere in avanti. Nulla di pericoloso, fino al 26’, quando De Ceglie sbaglia un rinvio e serve involontariamente Taider  che, dal limite, lascia partire una sventola che colpisce il palo e si insacca.

Tutto da rifare dunque e Alessio manda in campo forze fresche, con Giovinco, Asamoah  e Vucinic al posto di Quagliarella, De Ceglie e Isla. Si passa al 3-4-1-2 e il ghanese ha subito un buon pallone, servito da Bendtner, ma Agliardi chiude lo specchio della porta e si ripete poco dopo sul tentativo di Vucinic.

E’ un assalto all’arma bianca. Bendtner viene anticipato per un soffio sul cross di Caceres. Pirlo alza troppo la mira da calcio piazzato. Antonsson respinge il tiro cross di Giovinco, che poco più tardi colpisce male dal limite e consegna il pallone tra le braccia di Agliardi.

Sarà che è la notte di Halloween, ma la partita sembra stregata. Proprio quando però stanno per  materializzarsi i fantasmi dello scorso anno, arriva Pogba a scacciarli. Il francese si fa trovare pronto sul traversone di Giovinco e ad un minuto dal termine del recupero, di testa, gira in rete. E gli spettri rossoblu, non hanno più paura.

JUVENTUS-BOLOGNA 2-1

RETI: Quagliarella 9’ st, Taider 26’ st, 47’ st Pogba

JUVENTUS
Buffon; Caceres, Barzagli, Bonucci; Isla (31’ st Vucinic), Giaccherini, Pirlo, Pogba, De Ceglie; Quagliarella (27’ st Giovinco), Bendtner.
A disposizione: Storari, Rubinho, Lucio, Chiellini, Lichtsteiner, Marrone, Padoin, Pepe, Matri.
Allenatore: Alessio

BOLOGNA
Agliardi, Motta (21’ st Pulzetti), Sorensen, Antonsson,  Cherubin, Morleo; Kone, Pazienza (21’ st Krhin), Taider; Gabbiadini (44’ st Paponi), Gilardino.
A disposizione: Stojanovic, Lombardi, De Carvalho, Radakovic, Garics, Abero, Guarente,  Riverola, Pasquato.
Allenatore: Pioli

ARBITRO: Romeo

ASSISTENTI: Barbirati, Padovan

QUARTO UFFICIALE: Viazzi

ARBITRI D’AREA: Celi, Russo

AMMONITI: 9’ pt Pazienza, 2’ st Pirlo, 16’ st Motta, 37’ st Pulzetti