Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

09 mar 2014 - in: Serie A

#JuveFiorentina, il primo round è bianconero

Asamoah decide la sfida di campionato contro i viola che giovedì saranno di nuovo allo Stadium per l'andata degli ottavi di Europa League

E' bianconero il primo round dell'infinita sfida con la Fiorentina. Giovedì, in Europa League, ci sarà già il secondo atto, ma intanto la Juve si gode il successo di misura ottenuto dominando il primo tempo e difendendo il prezioso gol di Asamoah nell'ultima mezz'ora di gara.

Una gara in cui i viola, fin dall'inizio sono costretti a rintanarsi nella propria metà campo. Alla Juve mancano Pirlo, squalificato, e Bonucci, tenuto meritatamente a riposo dopo nove partite consecutive, vale a dire gli uomini cui abitualmente è affidata l'impostazione della manovra. Anche senza di loro però il gioco è fluido, piacevole ed efficace. Merito soprattutto di Marchisio, ormai pienamente a suo agio in cabina di regia.

I bianconeri arrivano in area con facilità e a Lichtsteiner e Tevez, per sbloccare il risultato, manca solo un po' di precisione. A trovarla è Asamoah, che al 26' spara un diagonale di controbalzo respinto da Neto e si ripete qualche secondo dopo, non indovinando l'angolino per pochi centimetri.

La Juve che mostra una superiorità netta e si gioca ad una porta sola. Il problema semmai è riuscire a centrarla e anche Pogba alza troppo la mira da posizione invitante. Così, nonostante la marea di occasioni, quando sul cronometro scocca il 42' minuto, l'unico ad aver impegnato il portiere viola è stato Asamoah, che, come premio, decide di concedersi un gol da antologia: il ghanese entra in area dalla sinistra, dribbla di tacco Cuadrado e Diakitè e lascia partire un destro violento, che trova la leggera deviazione di Pizarro prima di sbattere sul palo, terminare la sua corsa in rete e mandare i bianconeri al riposo meritatamente in vantaggio.

L'avvio di ripresa è più fiacco, ma quando la Juve accelera, arriva dalle parti di Neto senza difficoltà: al 12' Llorente ruba palla a Pizarro al limite dell'area e serve Tevez, che arriva sul fondo, ma non riesce a chiudere la combinazione. I viola si fanno vedere con il colpo di testa a lato di Gomez  e con la sventola di Vargas, alta di poco. I due tentativi segnano un cambio di rotta della gara: ora è la Fiorentina a tenere in mano il gioco, mentre i bianconeri arretrano e cercano di sfruttare il tremendismo di Tevez, che per poco non anticipa Neto, tentando di approfittare di un avventato retropassaggio di Rodriguez.

I toscani arrivano anche a colpire la traversa con Matos che, liberissimo a centro area, devia di testa il traversone di Wolski sull'incrocio e negli ultimi minuti si devono stringere i denti, provando ad alleggerire la pressione con qualche contropiede.

La Juve lo fa egregiamente e Buffon non corre più rischi fino al fischio finale di Orsato, che vale la quattordicesima vittoria consecutiva in casa. Un record, al momento eguagliato, tanto per cambiare...

JUVENTUS-FIORENTINA 1-0

RETI: Asamoah 42' pt

JUVENTUS
Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Lichtsteiner (33' st Caceres), Vidal, Marchisio (43' st Padoin), Pogba, Asamoah; Tevez (37' st Isla), Llorente.
A disposizione: Storari, Rubinho, Bonucci, Padoin, Peluso, Giovinco, Quagliarella.
Allenatore: Conte


FIORENTINA

Neto; Diakitè, G.Rodriguez, Savic, Pasqual; Anderson (12' st Fernandez), Pizarro (20' st Wolski), Aquilani; Cuadrado, Gomez (32' st Matos), Vargas.
A disposizione: Rosati, Lupatelli, Roncaglia, Compper,  Ambrosini, Bakic, Ilicic, Joaquin, Matri.
Allenatore: Montella

ARBITRO: Orsato
ASSISTENTI: Nicoletti, Tonolini
QUARTO UFFICIALE: Dobosz
ARBITRI D'AREA: Mazzoleni, Valeri

AMMONITI: 12' pt Vidal, 36' st Ryder, 40 ' st Savic, 42' st Aquilani, 46' st Asamoah, 48' st Rodriguez