Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

20 set 2013 - in: Serie A

Come segna il Verona

Luca Toni è l’arma in più della squadra di Mandorlini, ma anche in sua assenza il Verona sa farsi valere

Luca Toni e l’arte del colpo di testa. Si potrebbe sintetizzare così la principale arma offensiva del Verona, non solo sul piano teorico, ma anche per quanto finora visto. L’ex bianconero (fu lui a siglare il primo gol dello Juventus Stadium la sera dell’inaugurazione, ma di piede…) ha colpito e affondato il Milan con due prodezze aeree, una delle quali nata da corner. Anche in Coppa Italia, peraltro, Toni si è rivelato decisivo, sfruttando un cross di Martinho che gli ha consentito di eliminare dalla competizione il compagno di Nazionale Rino Gattuso, oggi mister del club isolano.

Fermo ai box Toni, contro il Sassuolo i 2 gol sono stati realizzati da due brasiliani, Martinho e Romulo. Il primo con un’azione molto veloce, nata da un pressing riuscito sulla trequarti, che ha portato Halfredsson a disegnare il corridoio vincente per il compagno. Bellissimo, infine, il punto del raddoppio, nato da un’iniziativa personale di Jorginho che ha offerto a Romulo un comodo pallone da spingere in rete.