Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

04 nov 2012

Juventus-Inter, le statistiche

Partita all’insegna dell’equilibrio, ma nerazzurri più efficaci dei bianconeri

Una partita all’insegna dell’equilibrio. Questa è stata Juventus-Inter e anche i numeri lo testimoniano, pur evidenziando, a onor del vero, l’ottima prova dei nerazzurri. Il primo dato che balza agli occhi è quello relativo al possesso palla: 51% per la squadra di Stramaccioni. Che la Juve sia sotto in questa statistica è davvero un fatto più unico che raro e d’altra parte, i 560 palloni giocati, contro i 541 degli avversari, per Pirlo e compagni sono decisamente sotto la media. Proprio Pirlo, solitamente l’uomo con il numero più elevato di passaggi riusciti, è stato limitato dall’Inter, tanto che è Chiellini il primo di questa speciali classifica, con 53, mentre il regista bianconero si ferma a 49.

Tornando ai dati di squadra, i tiri totali sono 14 per entrambe le squadre, ma la Juve ha centrato la porta 7 volte, contro le 5 di Milito e compagni che sono però in testa negli indici di attacco alla porta (60,8% contro 50,5), protezione dell’area (49,5% contro 39,2%) e pericolosità (65,1% contro 53,6%).

La Juve è andata alla conclusione soprattutto con i centrocampisti: Marchisio e Vidal hanno tirato 3 volte a testa, 2 i tentativi di Pirlo al pari di Quagliarella. Tra i nerazzurri invece primeggia l’unica delle punte a non essere andata in rete: Cassano con 3 tiri.