Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

02 dic 2012

Juventus-Torino, le statistiche

Dominio assoluto dei bianconeri che sfruttano la superiorità numerica e annullano gli avversari

Tre tiri, due gol: Claudio Marchisio quando vede granata affina la già ottima mira e diventa un cecchino implacabile. Il centrocampista è il protagonista assoluto di una serata che si colora esclusivamente di bianconero, sugli spalti, in campo e sui tabellini statistici. La Juve domina il derby, sfruttando la superiorità numerica, e non c’è dato che non lo evidenzi. Il possesso palla si attesta al 60%, mentre i passaggi riusciti sono ben 615, il 75% del totale, contro i 397 degli avversari.

Schiacciante la supremazia territoriale, 17 minuti a 5, così come l’indice di pericolosità: 95,2% contro il 23,6% del Toro. 24 le conclusioni tentate dai bianconeri, 10 delle quali nello specchio della porta, appena 5, due tra i pali, per i “cugini”.

Se Marchisio è stato il più preciso, quelli che ci hanno provato più volte sono stati Pogba, autore di 5 tentativi e Vucinic, fermo a quota 4. Hanno cercato la via della rete anche Pirlo con 3 conclusioni e Barzagli e Bonucci con 2.

I bianconeri dominano anche nella classifica individuale dei passaggi riusciti: Pirlo è il leader con 70, seguono Barzagli, 62, Bonucci, 61, Marchisio, 43 e Lichtseiner, 39. L’unico granata a meritare una menzione è Ogbonna, con 35 tentativi riusciti. Davvero un po’ troppo poco per sperare di impensierire i Campioni d’Italia.