Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

13 mar 2014 - in: Europa League

Si decide tutto a Firenze

Gomez risponde a Vidal. La sfida di andata degli ottavi di finale di Europa League con la Fiorentina termina 1-1 e i bianconeri si giocheranno la qualificazione al Franchi

Un pareggio giusto, ma che fa comodo solo alla Fiorentina. Mario Gomez, nel secondo risponde al gol lampo di Vidal e regala ai suoi un piccolo vantaggio in vista della sfida di ritorno. Fatta eccezione per i venti minuti iniziali, in cui è la squadra di Conte a dettare legge, la partita ricalca il secondo tempo della sfida di domenica, con i viola autori di un pressing alto e forsennato e la Juve più guardinga che aggressiva.

E dire che la gara inizia in discesa per i bianconeri: dopo neanche due minuti Neto deve bloccare un traversone rasoterra di Isla sporcato da Giovinco e dopo tre deve raccogliere il pallone in rete.  Marchisio crossa dalla sinistra, Giovinco controlla di petto e viene ostacolato, ma prima che Mati Fernandez riesca a intervenire Vidal spara un destro imparabile, mettendo a segno il suo 18° gol stagionale.

Per la Fiorentina è una doccia fredda e la Juve alza immediatamente il ritmo per approfittarne. Isla e Asamoah dominano le corsie esterne che il rombo schierato da Montella lascia scoperte e Pirlo piazza palloni con il contagiri. Vidal e Marchisio ci provano da lontano, mentre Osvaldo è a due passi da Neto quando viene anticipato all'ultimo da Savic, che mette in angolo un perfetto cross basso di Asamoah.

La squadra di Montella reagisce con un destro al volo di Aquilani che Matri tocca, ma non riesce a deviare in porta, e soprattutto con Mati Fernandez: il cileno arriva al tiro da distanza ravvicinata e Buffon intercetta. Il pallone si impenna verso la testa di Borja Valero e Asamoah  deve esibirsi in un'acrobazia per evitare il pareggio.

Servono invece due interventi di Neto per evitare il raddoppio dei bianconeri: il primo sul Giovinco, liberato al tiro da Osvaldo, il secondo sul colpo di testa di Vidal, imbeccato da Marchisio.

La Fiorentina tiene il pallone, la Juve arretra e si limita a contenere, anche se quando riparte è quasi letale. Quasi, perché un altro colpo di testa di Vidal, questa volta pescato da Pirlo, sbatte sulla parte alta traversa. Il regista, pochi istanti più tardi, manda al tiro anche Giovinco che mette la lato di poco, ma il finale del primo tempo è di marca viola: Borja Valero, dal limite, scarica un rasoterra che Ogbonna devia  di quel tanto che basta a farlo terminare in angolo dopo aver sfiorato il palo.

I  fuochi d'artificio sembrano spegnersi nel primo quarto d'ora della ripresa, complice qualche fallo di troppo che spezza il ritmo della gara. La Juve, per evitare il pressing della Fiorentina, deve spesso ricorrere al lancio in profondità e Conte manda in campo Llorente e Pogba al posto di Giovinco e Osvaldo. Montella risponde con Gomez e Vargaz che rilevano Matri e Aquilani. La mossa vincente è quella del tecnico viola, perché l'ex Bayern al 34' prende il tempo a Ogbonna, scatta sul filo del fuorigioco, riceve l'assist di Ilicic e fa passare il pallone sotto il corpo di Buffon in uscita, firmando il pareggio.

Anche la Juve si affida ai due nuovi entrati, ma il tentativo di Llorente viene bloccato da Neto e quello di Pogba è fuori di poco. La Fiorentina cerca anche il colpaccio con le fiondata di Borja Valero e Vargas, che Buffon devia in angolo non senza  qualche patema

L'1-1 con cui si chiude la gara di andata degli ottavi di finale di Europa League costringe i bianconeri ad andare a cercare la qualificazione al Franchi, tra una settimana. E per ottenerla servirà una vittoria, o un pareggio sostanzioso. Soprattutto, servirà una partita da Juve.

JUVENTUS-FIORENTINA 1-1

RETI: Vidal 3' pt, Gomez 34' st

JUVENTUS
Buffon; Caceres, Ogbonna, Chiellini; Isla (37' st Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Giovinco (18' st Llorente), Osvaldo (30' st Pogba).
A disposizione: Storari, Barzagli, Bonucci, Lichtsteiner, Pogba
Allenatore: Conte

FIORENTINA
Neto; Roncaglia, Rodriguez, Savic, Tomovic; Aquilani (32' st Vargas), Pizzarro, Borja Valero, Fernandez (6' st Ambrosini); Ilicic, Matri (22' st Gomez).
A disposizione: Rosati, Pasqual, Cuadrado, Matos
Allenatore: Montella

ARBITRO: Kuipers (NED)
ASSITENTI: Boonman (NED), Zeinstra (NED
QUARTO UFFICIALE: van Boekel (NED), Liesveld (NED)
ARBITRI D'AREA: Steegstra (NED)

AMMONITI: 10' st Pizarro, 12' st Rodriguez