Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

15 apr 2011

Pepe: «A Firenze per fare risultato»

«Stiamo vivendo un momento positivo e vogliamo che continui. Dobbiamo essere pronti a sfruttare i passi falsi delle altre squadre»

E’ stato tra i migliori in campo contro il Genoa, con un gol prezioso e una prova di qualità e sostanza, ma per Simone Pepe non è una novità. Fin dalle prima partite, nella sua prima stagione in bianconero ha confermato tutte le doti che gli sono valse la maglia della Nazionale e ora, in quest’ultimo periodo attraversa un ottimo momento di forma: «Prima ho avuto qualche problema fisico - spiega il centrocampista ai microfoni di Mediaset e di Sky Sport - ma ora mi sento meglio e oltre tutto adesso i campi si stanno asciugando e i terreni più compatti aiutano i giocatori con le mie caratteristiche. Il colpo alla schiena di ieri in allenamento non è nulla di grave e dovrebbe già essersi risolto».

Vista l’abnegazione e la grinta che mette in campo, Simone è stato spesso accostato a Di Livio: «Il paragone mi piace, perché Angelo oltre ad essere stato un grande giocatore è una splendida persona. Lo conosco personalmente ed è un onore essere affiancato a lui, vista anche la sua splendida carriera».


 

Pepe è a Torino in prestito con diritto di riscatto, ma non è alla riconferma che pensa in questo momento: «Ora sono concentrato solo sulla Juve e ad arrivare il più in lato possibile con questa squadra. E’ normale che si parli di mercato, di chi va e di chi viene, altrimenti cosa scriverebbero i giornali? In realtà però è piuttosto inutile, perché sono questioni che si risolveranno alla fine della stagione».

Le difficoltà di inizio 2011 sono ormai alle spalle e gli sforzi della squadra sono indirizzati a centrare l’Europa: «Per i primi sei mesi ci siamo espressi alla grande, poi abbiamo avuto una flessione. Evidentemente la verità sta nel mezzo: non eravamo troppo forti prima né così scarsi dopo. Ora la Juve deve fare la corsa su sé stessa e vincere tutte le partite, in modo da sfruttare eventuali occasioni che si potrebbero presentare, qualora qualche squadra rallentasse la marcia.
Stiamo vivendo un momento positivo e ci auguriamo tutti che possa continuare, facendo risultato a Firenze».