Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

11 dic 2013 - in: Champions League

Conte: «Su un altro campo epilogo diverso»

Il tecnico commenta la gara con il Galatasaray. «Oggi non si è giocato a calcio, ma non dovevamo ridurci all’ultima giornata per qualificarci»

Partita giocata su un campo quasi impossibile, ma eliminazione non maturata solo a Istanbul: su questi temi si incentra l’analisi di Antonio Conte nel post partita contro il Galatasaray.

Un Conte che non può certo essere soddisfatto per aver lasciato la Champions League nel girone eliminatorio, ma che incentra molto della sua analisi sullo stato del campo: «Non posso che fare i complimenti ai ragazzi che hanno dato tutto su un campo che per noi era più penalizzante, questo non è calcio. Mancini ha detto che non si doveva giocare? L’ho sentito e ho detto al delegato Uefa che ero d’accordo con lui, però nessuno ci ha ascoltato. Su un altro tipo di terreno sono sicuro che sarebbe finita in maniera diversa, loro sono stati più bravi a metterla in bagarre. Noi dobbiamo rimproverarci solo il fatto di essere arrivati a giocarci la qualificazione all’ultima giornata e oggi abbiamo capito che può davvero succedere di tutto. Ora ci rituffiamo in campionato e in Coppa Italia, pensando a queste tre partite prima della sosta. All’Europa League ci sarà modo di concentrarci più avanti, ma sicuramente l’affronteremo al meglio, così come abbiamo giocato la Champions».