Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

11 ott 2013 - in: Eventi

Giovinco a Jtv: «Con il Milan, tutto perfetto»

Sebastian protagonista della prima puntata stagionale di Filo Diretto. «In questi giorni lavoriamo duro, a Firenze ci aspetta una partita difficile»

La partita perfetta nella serata perfetta. Un gol (e non solo!) che costituisce il meritato premio per i tanti sforzi e il lavoro fatto in silenzio. A cinque giorni dalla prodezza che ha di fatto deciso la sfida contro il Milan, Sebastian Giovinco continua a godersi il suo momento.

In una settimana di sosta forzata per le Nazionali, durante la quale a Vinovo si è comunque lavorato duro, l’attaccante torinese si è preso ancora un momento di ribalta. A lui il privilegio di aprire la stagione di “Filo Diretto”, il programma di Jtv che permette ai tifosi bianconeri di interagire con i loro beniamini.

Oltre mezz’ora negli studi della tv bianconera per rispondere alle domande di Antonio Romano, ma soprattutto alle curiosità dei tanti fans intervenuti via telefono e mail. «Nonostante la pausa – ha detto Seba -, stiamo lavorando duro. Dopo la sosta ci aspetta subito una partita difficile su un campo molto insidioso come quello di Firenze. La Fiorentina ha fatto molto bene negli ultimi anni ed è una delle candidate per lottare per il titolo. Insieme a Inter, Milan, Napoli e Roma. Proprio i giallorossi sono quelli che mi hanno impressionato più di tutti in questo avvio di stagione».

Con il weekend senza impegni ufficiali, Giovinco può godersi ancora per una settimana l’exploit contro il Milan. Un gran gol che ha regalato alla Juventus e a tutti i suoi tifosi una vittoria importante in uno dei match più attesi: «È stato un gol importante contro una squadra importante. Inoltre penso sia stato anche un bel gol. Diciamo che è stato tutto perfetto. L’esultanza in ginocchio sotto la curva? Non era studiata, mi è venuta così, istintivamente».

Al Milan, Giovinco aveva già segnato pochi mesi prima in Coppa Italia. Confermando così una tradizione favorevole nelle sfide contro avversari di prestigio. Considerando le reti fatte alla Roma, al Toro nel derby (una delle tante dopo quelle nelle giovanili) e al Chelsea. E all’orizzonte arriva una doppia sfida con quella che è forse la società più conosciuta al mondo: il Real Madrid. «Sappiamo tutti quando è dura giocare in Champions – ha continuato -. Bisogna considerare tante componenti per affrontare una squadra forte come il Real. Sicuramente da parte nostra non mancherà mai l’impegno, così come in ogni altra partita».

Infine, uno sguardo proprio alla Nazionale. Dopo una buona Confederations Cup, dove ha lasciato il segno nel gol partita contro il Giappone, Giovinco vuole tornare in Brasile anche l’estate prossima. Naturalmente, dopo una stagione da protagonista in bianconero. «In questo momento mi aspettavo di non essere convocato, è logico avendo giocato poco. Ma il Mondiale resta uno dei miei obiettivi. Oltre a quello di continuare a vincere con la Juventus. Questa squadra è reduce da stagioni bellissime e ha voglia di continuare a percorrere questa strada».