Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

10 nov 2013 - in: Serie A

Atto di forza

Llorente, Pirlo e Pogba stendono il Napoli. La vetta ora è a un solo punto

Al Napoli non bastano Higuain, Callejon e i novanta milioni spesi in estate per valere la Juve. La squadra di Benitez è forte, gioca un ottimo calcio, ma se lo scudetto da due anni è in bella mostra sul petto dei bianconeri, qualche motivo deve pur esserci. Llorente, Pirlo e Pogba ne presentano tre, il primo dopo neanche due minuti.

Già dopo 40 secondi Reina era dovuto volare per deviare in angolo un bel destro al volo di Pogba. Tempo di battere il corner e deve raccogliere il pallone in fondo al sacco: Isla ci prova da fuori area e il tiro trova Tevez sula propria strada. Un altro al posto suo probabilmente si farebbe sbattere la palla addosso, lui invece inventa un assist di tacco per Llorente, appostato a ridosso dell'area piccola. Il tap in è un gioco da ragazzi che vale il quarto gol stagionale per lo spagnolo.

Il raddoppio potrebbe arrivare poco dopo se Reina non compiesse un vero miracolo sul colpo di testa ravvicinato di Bonucci, ma al di là del rammarico per l'occasione sfumata, la sensazione nettissima è che la Juve sia in pieno controllo della gara.

Buffon compie l'unico intervento del primo tempo al 21', quando blocca a terra un destro di Insigne. Higuain è ben controllato, ma sa come muoversi e al 23' mette di poco a lato, dopo aver ricevuto spalle alla porta ed essersi liberato in un fazzoletto della marcatura di Ogbonna.

La Juve risponde con Tevez, che impegna Reina dalla distanza, e con Asamoah, che calcia sull'esterno della rete da buona posizione.

E' una gara piacevole, ben giocata da entrambe le squadre. Le difese sono attente, ma qualcosa devono pur concedere alla qualità delle punte avversarie. Llorente e Insigne sono ancora i più pericolosi: lo spagnolo con un colpo di testa in tuffo che crea qualche patema a Reina, il fantasista napoletano con un destro da fuori area che colpisce la parte alta della rete.

In avvio di ripresa la Juve lascia l'iniziativa al Napoli che per oltre sei minuti non produce altro che uno sterile possesso palla, ma al 7' impegna non poco Buffon con una punizione del solito Insigne, deviata in angolo con un tuffo magistrale.

I bianconeri riprendono il controllo delle operazioni, anche se ora la partita è diversa, più spigolosa. Vidal cerca il destro da fuori area e mette in difficoltà Reina che respinge goffamente. Sul pallone arriva Tevez, ma l'angolo di tiro è troppo stretto e l'Apache può solo calciare tra le braccia del portiere.

La squadra di Benitez palleggia bene e a lungo e la Juve fa fatica a recuperare palla. Hamsik arriva al tiro da buona posizione e colpisce l'esterno della rete. Stessa sorte, dall'altra parte, per il tocco di Vidal, liberato ottimamente da Tevez.

E' una gara rognosa, le fatiche di Champions si fanno sentire e per sbloccare la situazione serve una giocata da fuoriclasse. E in questi casi avere Andrea Pirlo in squadra aiuta parecchio. Al 29' Tevez conquista una punizione ai venti metri e il regista piazza il pallone sopra la barriera e sotto la traversa, dove Reina po' arrivare solo troppo tardi.

La reazione degli ospiti è ancora affidata a Insigne, che trova sulla sua strada un Buffon in formato mondiale quando, pur se preso in contro tempo, respinge il suo tiro ravvicinato. L'occasione fa temere che la partita possa riaprirsi, ma a scacciare le paure ci pensa Pogba. Già lo scorso anno aveva castigato il Napoli con una sventola da fuori area che era valsa il suo primo gol in bianconero. Quella di questa sera è ancora più precisa, potente e spettacolare: al 35'  il francese riceve al limite, alza il pallone e lascia partire un siluro imprendibile che sbatte sul palo e si deposita docilmente in rete.

L'espulsione di Ogbonna nel finale per doppia ammonizione non cambia nulla: la partita è chiusa, lo Stadium può intonare anche quest'anno “O surdato 'nnammurato” e la Juve può volare a un punto dalla vetta.

JUVENTUS-NAPOLI 3-0

RETI: Llorente 2' pt, Pirlo 29' st, Pogba 35' st

JUVENTUS
Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal (41' st Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez (39' st Peluso) Llorente
(43' st Quagliarella)
A disposizione: Storari, Rubinho, De Ceglie, Motta, Padoin, Marchisio, Giovinco.
Allenatore: Conte


NAPOLI
Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Inler (34' st Zapata), Behrami; Callejon (26' st Mertens), Hamsik, Insigne; Higuain

A disposizione: Rafael, Colombo, Britos, Cannavaro, Uvini, Dzemaili, Radosevic, Pandev.
Allenatore: Benitez

ARBITRO: Rocchi
ASSISTENTI: Di Liberatore, Cariolato
QUARTO UFFICIALE: Padovan
ARBITRI D'AREA:
Tagliavento, Bergonzi

AMMONITI: 6' st Bonucci, 12' st Ogbonna, 16' st Hamsik, 27' st Vidal, 38' st Ogbonna

ESPULSI: 38' st Ogbonna