Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

01 nov 2012

Un gol che rende giustizia

La zuccata vincente di Pogba con il Bologna ha permesso alla Juventus di vincere una gara dominata nei numeri

I tre punti, l’ennesima vittoria, la classifica allungata e ancora tanta carica in più. Ma il gol di Pogba nel recupero del match con il Bologna ha permesso alla Juventus di evitare un pareggio che avrebbe avuto il sapore della beffa. Almeno stando ai numeri.

Le statistiche del post Juventus-Bologna sono molto colorate di bianconero. Sia quelle di squadra che quelle legate ai singoli. Il dato più significativo è ancora una volta legato alle occasioni da rete create da Pirlo e compagni. Per la terza partita consecutiva, dopo quelle con Nordsjaelland e Catania, la palma del migliore in campo è andata al portiere avversario. Agliardi è stato il fattore che ha impedito di far chiudere prima un match in cui la Juventus ha tirato la bellezza di 20 volte, 12 delle quali nello specchio della porta. Dato che diventa ancora più impattante se confrontato con le otto conclusioni del Bologna di cui solo una (quella strepitosa e vincente di Taider) nello specchio.

Ma la squadra di Conte ha dominato anche le altre classifiche. Il possesso palla è stato del 55%, 10 a 5 gli angoli, 69,2% i passaggi riusciti e 76% l’indice di pericolosità. Anche nelle graduatorie dei singoli c’è tanta Juve. Se quella delle palle recuperate è più equilibrata (Bonucci con 21 ha preceduto Caceres, Antonson e Pazienza con 17), non altrettanto le altre due. Nei passaggi riusciti comandano quattro bianconeri: Giaccherini e Pirlo con 52, Bonucci con 47 e Pogba con 40. Altrettanto in quella dei tiri in porta, con Quagliarella in vetta con sei, davanti a Giaccherini e Pogba con tre. Si inserisce il bolognese Kone con due conclusioni, nessuna delle quali in grado di impegnare il quasi inoperoso Buffon.